Cerca

Taranto, nel 2010 si terranno i Giochi della Magna Grecia

Dal 1° al 7 maggio, l’evento vedrà la partecipazione delle Associazioni Sportive Greche e delle regioni appartenenti all’area geografica della Magna Grecia (Puglia, Calabria, Campania, Sicilia, Lucania). Inoltre verranno invitate piccole rappresentative di tutte le altre regioni italiane ed altri paesi internazionali come Cipro, la Repubblica Macedone, l’Albania e la Turchia. In totale, insomma, i giochi coinvolgeranno oltre 4.000 atleti
Taranto, nel 2010 si terranno i Giochi della Magna Grecia
TARANTO - E’ l’incontro assoluto con lo sport, il momento nel quale una città può riappropriarsi delle sue origini e tornare a crescere. Dopo il grande ritorno d’immagine ed economico ottenuto grazie al Campionato Nazionale di Taekwondo, la Puglia e la città di Taranto sono pronte per ospitare un altro grandissimo appuntamento sportivo: la prima edizione dei Giochi della Magna Grecia.

Ad organizzare l’evento, così come accaduto con la kermesse nazionale di arti marziali, sarà ancora il manager sportivo Elio Dalto, che con la collaborazione delle Istituzioni Sportive e con il coinvolgimento delle Federazioni, nel maggio del 2010 porterà il grande evento nella città dei Due Mari. «Non solo: ad essere coinvolta – commenta lo stesso Dalto – sarà la provincia intera ed altre città pugliesi come Bari e Brindisi, che ospiteranno degli sport specifici».

I numeri, difatti, sono impressionanti: l’evento vedrà la partecipazione delle Associazioni Sportive Greche e delle regioni appartenenti all’area geografica della Magna Grecia (Puglia, Calabria, Campania, Sicilia, Lucania). Inoltre verranno invitate piccole rappresentative di tutte le altre regioni italiane ed altri paesi internazionali come Cipro, la Repubblica Macedone, l’Albania e la Turchia. In totale, insomma, i giochi coinvolgeranno oltre 4.000 atleti.

Che, come spiega ancora Elio Dalto, daranno vita ad un ampissimo panorama sportivo: «Metteremo in campo la bellezza di sedici discipline: calcio, taekwondo, pugilato, judo, karate, lotta greco-romana, pallavolo, basket, equitazione, canottaggio, rugby, nuoto, vela, scherma, atletica e tennis». Il prestigioso appuntamento si svolgerà nell’arco di una settimana, dal primo al sette maggio 2010 e tutti gli atleti partecipanti saranno professionisti. «Il simbolo dei giochi - chiude Elio Dalto - e dell’organizzazione sarà il discobolo, icona che rappresenta allo stesso tempo lo sport e la Grecia: l’atleta che nel momento della sua massima tensione, armoniosa e delicata al tempo stesso, mantiene intatte sul viso calma e concentrazione. Il fulcro dei giochi sarà la città di Taranto, grande centro della Magna Grecia e sede della Tomba dell’Atleta, che fu campione olimpico in due specialità del pentathlon, nel pugilato e nella corsa con la quadriga. Del resto nel Ginnasio la gioventù ionica si esercitava a corpo nudo allenandosi nelle varie specialità e Taranto, assieme a Crotone e Siracusa, era una delle città sportivamente più rinomate della Magna Grecia. Con questi giochi, che rappresentano anche un grande benefit d’immagine ed economico, potremo restituirle quel ruolo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400