Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 21:20

La Prisma riparte da De Patto da Martina si ritorna a Taranto?

Il club di pallavolo (A1 maschile) inizia a muoversi con quella che la sua dirigenza chiama «rifondazione»: ecco il perché di nuovo responsabile dell’area tecnica, De Patto appunto (43 anni, calabrese, giunge dalle esperienze positive di Pineto e della sua Corigliano), una campagna acquisti (e non solo) che guarda al Giappone e, come si sussurra, la possibilità di tornare nel capoluogo ionico
La Prisma riparte da De Patto da Martina si ritorna a Taranto?
TARANTO - La Prisma Volley inizia a muoversi con quella che la sua dirigenza chiama «rifondazione »: un nuovo responsabile dell’a re a tecnica, una campagna acquisti (e non solo) che guarda al Giappone e, come si sussurra nei siti di volley nazionale, la possibilità di tornare a giocare a Taranto dopo la stagione trascorsa a Martina Franca.

La società del presidente Tonio Bongiovanni ha ufficializzato ieri il nuovo direttore sportivo: si tratta di Giuseppe De Patto, 43 anni, calabrese, che sarà il nuovo responsabile dell’area tecnica del club. De Patto giunge dalle esperienza positive di Pineto e della sua Corigliano, tra le serie A2 ed A1. «Sono felice di poter collaborare con il presidente Bongiovanni - commenta lui, nuovo responsabile della società -. Abbiamo già le idee chiare per quanto riguarda l’allestimento dell’organico per la prossima stagione. Niente grandi nomi ma giocatori in rampa di lancio pronti a farsi conoscere dal grande pubblico della pallavolo».

«Con Pino - De Patto, ndr - afferma il massimo dirigente del club tarantino - ci conosciamo e ci stimiamo da anni. È un uomo del meridione d’Italia e quindi sa benissimo con quanti sacrifici giù da noi si faccia pallavolo. Noi vogliamo dalla nostra parte gente abituata a mangiare pane e salame piuttosto che giocatori, tecnici e dirigenti già con la pancia piena, non in grado di identificarsi in una società come la nostra che ha sempre utilizzato la filosofia della semplicità e della concretezza cercando di essere un esempio in un momento economico difficile».

Intanto, il presidente Bongiovanni ed il direttore generale Elisabetta Zelatore stanno studiando assieme ad un pool di esperti nuove strategie di marketing per la prossima stag ione. Nel mirino, stando a quanto è stato reso noto ieri da un comunicato stampa, c'è non solo un giocatore di nazionalità giapponese, ma anche nuovi sponsor: contatti sono già avviati con importanti multinazionali nipponiche pronte ad investire nel volley se nel club sarà presente un atleta del Sol Levante.

A breve proprio Bongiovanni avrà un incontro a Milano con un top manager di una multinazionale che opera nel settore dell’elettronica. Sul fronte giocatori, il sogno è quello di tenere con la maglia della Prisma il centrale Mastrangelo e lo schiacciatore Cernic. Sul fronte panchina, piacciono Giuliani e Montagnani. Ma il mercato deve ancora entrare nel vivo. [a.lor.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione