Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 09:34

Retromarcia di Blasi porte aperte a Taranto

La gara contro il Potenza (Prima Divisione di calcio) si giocherà con i tifosi. È stata davvero clamorosa la marcia indietro del presidente degli ionici che, soltanto ventiquattrore prima, aveva annunciato di aver intenzione di far disputare il match a porte chiuse (e per giunta di non far entrare neppure i giornalisti) per protesta contro la Questura
Retromarcia di Blasi porte aperte a Taranto
di GIUSEPPE DIMITO

TARANTO. È prevalso il buon senso. Taranto- Potenza si giocherà a porte aperte. E’ stata davvero clamorosa la marcia indietro del presidente Luigi Blasi che soltanto ventiquattrore prima aveva annunciato di aver intenzione di far disputare il match a porte chiuse (e per giunta di non far entrare neppure i giornalisti) per protesta contro la Questura tarantina che, nei giorni scorsi, gli aveva notificato multe per 43 mila euro per «insufficienza del numero degli steward al prefiltraggio» nelle precedenti gare interne. Parla il diggì Iodice: «La gara con il Potenza vale moltissimo. Disputarla senza pubblico avrebbe significato privare la squadra della possibilità di avere il sostegno dei nostri tifosi che, per noi, è tantissimo ». Le parole di Blasi, pertanto, vanno interpretate come una forte provocazione sull'argomento-multe. Oltretutto, sempre a detta del diggì jonico, avverso le stesse la Taranto Sport ha proposto reclamo al Prefetto.

Chiuso speriamo per sempre il discorso-Iacovone, le attenzioni si sono immediatamente rivolte sul derby con il Potenza. Potranno venire i tifosi ospiti. L’Osservatorio non ha inserito la gara nell’elenco delle partite a rischio. Stringara sta preparando i suoi a dovere. Sicuramente non ci sarà Pastore. Il capitano è afflitto da un’infiammazione del tendine d’Achille che gli ha già impedito di disputare le precedenti due partite (con la Cavese in casa ed a Gallipoli). Altro assente sicuro sarà Giorgino, appiedato dal giudice sportivo per un turno. Carrozza e Lolli sono in dubbio. Ieri hanno girato a parte. Fino a domenica c'è tempo per recuperarli.

Stingara: «Abbiamo soltanto un risultato a nostro favore: la vittoria. Solo con i tre punti avremo la possibilità di tentare di raggiungere la salvezza senza i playout facendo risultato a Sorrento. Dalla nostra gioca la cabala. Poichè in casa, nel girone di ritorno, siamo sempre riusciti a vincere tranne il pari ottenuto con la Pistoiese, dovremo cercare di continuare su questo trend positivo. Ovviamente non sarà facile perchè di fronte troveremo un Potenza con l’acqua alla gola. Dovremo offrire una grossa prestazione per tentare di centrare l’obiettivo-tre punti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione