Cerca

Tennis, a Roma fuori  brindisina Pennetta

La brindisina, unica supersite azzurra nel tabellone principale del torneo che si gioca sui campi in terra rossa del Foro Italico di Roma, è stata infatti eliminata negli ottavi dalla russa Svetlana Kuznetsova, numero 8 del ranking mondiale, col punteggio di 6-3, 3-6, 6-0 in poco meno di due ore di gioco. «Forse avrei dovuto fare qualche palla corta in più e scendere maggiormente a rete – ha sottolineato l’azzurra -. Ma la Kuznetsova è una giocatrice molto forte, quasi un Nadal al femminile»
Tennis, a Roma fuori  brindisina Pennetta
ROMA – Non ce l’ha fatta Flavia Pennetta a staccare il pass per i quarti di finale degli Internazionali Bnl d’Italia di tennis. La brindisina, unica supersite azzurra nel tabellone principale del torneo che si gioca sui campi in terra rossa del Foro Italico di Roma, è stata infatti eliminata negli ottavi dalla russa Svetlana Kuznetsova, numero 8 del ranking mondiale, col punteggio di 6-3, 3-6, 6-0 in poco meno di due ore di gioco. 

La Pennetta, stanca per il tour de force degli ultimi otto giorni, nei quali è sempre scesa in campo, ha deposto con onore le armi di fronte a un’avversaria più fresca e potente fisicamente. La Kuznetsova, 24enne originaria di San Pietroburgo, ha confermato il trend positivo nei confronti della tennista italiana (3 vittorie su 3) e le ha anche tolto l'opportunità di centrare per la seconda volta in carriera i quarti nel torneo romano (il precedente era nel 2006, quando fu battuta dalla futura vincitrice del torneo, Martina Hingis). Eppure la partita era iniziata alla grande per la Pennetta, capace di strappare subito il servizio alla russa. Ma, sul 2-0, l'italiana ha subito il veemente ritorno dell’avversaria che le ha inflitto un parziale di 5 giochi a 0. Dopo aver perso il primo set 6-3, Flavia ha avuto la forza di riprendere a giocare con l’intensità dell’inizio del match e ha chiuso la seconda partita col punteggio di 6-3. L’ultimo parziale si è quindi deciso nel secondo gioco, in cui l’azzurra ha fallito un vantaggio di 40-0 ed una quarta palla per l’1-1 prima di subire la maggiore intensità e potenza della Kuznetsova, capace di vincere il match con un perentorio 6-0. 

«Magari avrei potuto vincere il game e andare sull'1-1 – ha ammesso la Pennetta -, ma probabilmente non sarebbe cambiato nulla e avrei perso il set 6-1. Non è stato tanto un problema di fatica o una questione mentale. La verità è che ieri sera mi sono comparse delle vesciche sotto i piedi che in campo mi hanno creato dei problemi perchè mi facevano molto male». 
«Forse avrei dovuto fare qualche palla corta in più e scendere maggiormente a rete – ha sottolineato l’azzurra -. Ma la Kuznetsova è una giocatrice molto forte, quasi un Nadal al femminile. Ora poi sta giocando bene, è molto solida e ha una palla molo pesante. Peccato aver perso e peccato che Roma è rimasta senza una giocatrice italiana già agli ottavi» ha quindi concluso la Pennetta. 

La Kuznetsova, che a Roma vanta una finale nel 2007 e una semifinale nel 2006, se la vedrà nei quarti contro la campionessa in carica, Jelena Jankovic. La serba, infatti, ha beneficiato del ritiro della sua avversaria, l’ucraina Kateryna Bondarenko, sul punteggio di 6-1, 1-0 e domani scenderà in campo sicuramente più fresca e riposata. Nelle altre partite di giornata non sono invece mancate le sorprese: spicca infatti la sconfitta dell’altra serba in tabellone, Ana Ivanovic (numero 7 in classifica mondiale), battuta per mano della polacca Agnieszka Radwanska, e quella della russa Nadia Petrova, messa ko dalla spagnola Martinez Sanchez al termine di una lunga battaglia (6-4, 6-7, 6-4). Se l’è vista brutta anche la numero uno al mondo, la russa Dinara Safina, che solo dopo due ore e mezzo di gioco è riuscita a salvarsi da una prematura eliminazione per mano della cinese Zheng, capace comunque di far sudare la più quotata avversaria fino al tiebreak del terzo set. Vittorie facili infine per la bielorussa Azarenka (doppio 6-2 a danese Wozniacki) e per l’estone Kanepi (6-3, 6-0 a svizzera Schnyder).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400