Cerca

Gallipoli gongola la storia ti attende

Con la vittoria nel derby dello Jonio contro il Taranto, ha messo mezzo piede in serie B. Anzi, per 6 minuti, tra il gol partita di Di Gennaro e la marcatura di Evacuo per il Benevento, la formazione salentina ha anche assaporato già i cadetti. Poteva essere promozione matematica con tre domeniche di anticipo. Adesso il Benevento segue a 5 punti di distacco. In ogni caso, manca davvero pochissimo
• Foggia, i playoff sono a portata di mano
• Taranto, necessario fare bottino pieno
• Potenza non molla, ma chiede rispetto
• Gli squalificati dal giudice in I Divisione
Gallipoli gongola la storia ti attende
di ROBERTO CATALDI

GALLIPOLI - Con la vittoria nel derby dello Jonio contro il Taranto il Gallipoli ha messo mezzo piede in serie B. Anzi, per 6 minuti, tra il gol partita di Di Gennaro e la marcatura di Evacuo per il Benevento, la formazione gallipolina ha anche assaporato già la serie B. Poteva essere promozione matematica con tre domeniche di anticipo. Adesso il Benevento segue a 5 punti di distacco ma bisogna comunque attendere le decisioni del giudice sportivo in merito al reclamo proposto dal Crotone a seguito degli incidenti che hanno coinvolto il giocatore Galeoto nella trasferta ad Arezzo. La formazione calabrese, infatti, potebbe vedersi assegnare la vittoria a tavolino e così si porterebbe a soli 4 punti dal Gallipoli superando anche il Benevento.

In ogni caso, però, tra il Gallipoli e la B ci sono solo 180 minuti da giocare e bisogna pensare solo a fare più punti possibili senza stare a vedere cosa fanno le dirette inseguitrici. La formazione allenata da mister Giannini domenica prossima deve andare a Lanciano ad affrontare una squadra che lotta per non essere risucchiata nei playout e che quindi darà il massimo per conquistare tre punti importantissimi nella corsa salvezza. Sarà sicuramente una partita combattuta e la compagine salentina dovrà affrontarla con molta concentrazione senza credere di avere già la vittoria in tasca.

L’ultima di campionato, invece, vedrà i galletti salentini affrontare sul sintentico del comunale citadino un Real Marcianise che oramai non ha più nulla da chiedere a questa stagione essendo fuori da ogni gioco. In questo caso quindi dovrebbe avere la meglio la legge del «Bianco» che quest’anno ha lasciato molto poco agli avve rsari.

Insomma, la serie B sembra essere proprio ad un passo e se non accade nula di imponderabile tra pochi mesi la compagine del presidente Vincenzo Barba dovrebbe giocare sui campi della serie cadetta. Il rischio che si può correre è solo quello dell’appagamento, perchè i ragazzi di mister Giannini potrebbe avere un certo rilassamento e affrontare questi ultimi due impegni con poca concentrazione e si sa che i rischi nel calcio sono sempre dietro l’angolo.

Se da un lato è normale avere un certo rilassamento sia fisico che mentale a questo punto della stagione, soprattutto per una squadra come quella jonica che ha giocato sempre per vincere occupando la prima posizione per quattro mesi, dall’al - tro bisogna invece scendere in campo sempre molto concentrati ed umili. Anche contro il Taranto il Gallipoli ha trovato delle difficoltà nella prima parte della gara ma la voglia di vincere e di mantenere il primo posto saldamente nelle proprie mani ha dato quella carica che ha permesso a Di Gennaro di perforare una difesa che fino a quel momento aveva lasciato molto poco.

La spinta in più l’hanno data i tanti tifosi presenti allo stadio e che si stanno organizzando per seguire la squadra nella trasferta abruzzese e festeggiare domenica prossima una promozione storica in B.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400