Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 05:55

La Juventus alla carica il Lecce dovrà difendersi

Il tecnico dei bianconeri Ranieri: «Nel mese di aprile non abbiamo fatto nulla di buono e dobbiamo migliorarci. Rispetto alla gara della settimana scorsa a Reggio non voglio più vedere la prima mezz'ora in cui non siamo stati in partita. Dobbiamo migliorare questo e vincere senza tante storie contro una squadra che va presa con le molle». La partita di calcio si giocherà domenica alle ore 15
• De Canio: «Conterà anche la fortuna»
• La Reggina vince e aggancia i salentini
• Gli arbitri della 34ª giornata della serie A
La Juventus alla carica il Lecce dovrà difendersi
TORINO - «Nel mese di aprile non abbiamo fatto nulla di buono e ora dobbiamo migliorarci». L’allenatore della Juve Claudio Ranieri si esprime così alla vigilia della gara con il Lecce. Il tecnico bianconero commenta le parole di John Elkann ovvero «basta parole, pensiamo ai fatti». «Le sue parole in settimana sono state giuste, dobbiamo giocare al massimo ogni partita – continua – Rispetto alla gara della settimana scorsa a Reggio non voglio più vedere la prima mezz'ora in cui non siamo stati in partita. Dobbiamo migliorare questo e vincere senza tante storie contro una squadra che va presa con le molle».

JUVE-LECCE COL PUBBLICO - Juventus-Lecce si giocherà regolarmente con il pubblico dopo la decisione dell’Alta Corte di Giustizia del Coni che ha accettato il ricorso della Juve contro la decisione della Corte di Giustizia Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio, del 28 aprile 2009, che aveva comminato la sanzione della disputa di una partita a porte chiuse. «Giocare con uno stadio vuoto penso sia la cosa peggiore per professionisti che sono abituati ad avere il pubblico – dice Ranieri – E' importante anche nella situazione peggiore in cui contestano la squadra perchè ci sarà sempre la volontà di reagire».

I CONVOCATI DEL LECCE - Il tecnico del Lecce Luigi De Canio ha deciso di convocare 19 calciatori per la gara contro la Juventus, in programma domani. Ecco la lista completa: Ardito, Ariatti, Basta, Benussi, Castillo, Edinho, Esposito, Fabiano, Giacomazzi, Giuliatto, Konan, Papadopoulos, Polenghi, Rosati, Schiavi, Stendardo, Tiribocchi, Vives, Zanchetta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione