Cerca

Gioia col piede giusto contro la corazzata Roma

Dura doveva essere e dura è stata per la Nava gara 1 della semifinale playoff promozione di A2 maschile di pallavolo. Battere i capitolini non è stato facile perché il team allenato da Piacentini, con l’innesto del cubano Hernandez, è diventata una squadra fortissima. Forza che non ha intimorito la Nava, anzi l’ha spronata ancora di più. Ora gara 2 a campi invertiti mercoledì alle ore 20,30
• Il grande slam del Trani
Gioia col piede giusto contro la corazzata Roma
NAVA GIOIA-ROMA 3-1

NAVA GIOIA: Manassero 12, Giosa 7, Dias 36, Rigoni 7, Polidori 11, De Giorgi 3, Gatto (L), Niero 0, Concina 0, Belardi 0. Non entrati: Diogo, Nuzzo, Rizzo. All. Cannestracci.
MEZZAROMA ROMA:Lo Re 7, Spairani 12, Tofoli 0, Zaytsev 14, Elia 8, Hernandez 22, Tabanelli
(L), Spescha 1, Segnalini 0, Giretto 1, Oro 0. Non entrati: Morelli, Rossi. All. Piacentini.
ARBITRI: Cappello e Tanasi di Siracusa.
PROGRESSIONE SET: 25-22, 25-20, 22-25, 25-22 durata 25', 24', 26', 30' per un totale di
105'. Battute sbagliate: 14 Gioia, 16 Roma. Battute vincenti: 4 Gioia, 2 Roma. Muri vincenti: 6 Gioia, 5 Roma. Spettatori 1100.

GIOIA DEL COLLE - Dura doveva essere e dura è stata per la Nava Gioia «Gara 1» della semifinale playoff promozione. Battere Roma non è stato facile perché il team allenato da Piacentini, con l’innesto del cubano Hernandez, è diventata una vera corazzata.

Forza che non ha intimorito la Nava, anzi l’ha spronata ancora di più e lo si è visto chiaramente nei primi due set, quando ha dovuto arginare l’onnipresente Hernandez e poi trovare nel dirompente Dias (36 i punti del brasiliano) i punti per mettere la testa in avanti e vincere le prime due frazioni.

Parte di gara dove in fase offensiva continui sono stati anche Manassero, Polidori, Giosa e Rigoni, gestiti bene da De Giorgi a sua volta sorretto dalla buona serata della ricezione, dove Gatto e Rigoni hanno fatto la voce grossa. Ma un’impennata d’orgoglio ha scosso Roma, pronta nella terza frazione a contenere i gioiesi, anche se è sempre stato difficile vedere la luce in fondo al tunnel.

Però, con un Hernandez quasi sempre imprendibile, i capitoli si sono portati sul 2-1. Fatto che ha motivato ancor più Tofoli e compagni, tant'è che il punto a punto fra Gioia e Roma è durato fino al 22 pari, quando Dias ha deciso di imprimere un’accelerazione al rush finale di questo quarto set, confezionando tre straordinari punti, con i quali ha consegnato alla squadra del presidente Antresini il successo di Gara 1.
Un ottimo viatico in vista di Gara 2 in programma mercoledì a Roma.

Luigi Mongelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400