Cerca

Riva e Metaponto si preparano per un weekend di grande golf

Centoventitre professionisti golfisti provenienti da ben 14 nazioni si daranno battaglia da dopodomani a domenica per la conquista dell’International Open di Puglia e Basilicata. Gli italiani saranno 53, una colonia abbastanza nutrita che tenterà di spezzare la ferrea catena delle vittorie straniere. Il lungo «digiuno » dura da ben 19 anni. L’ultimo successo al 1990
Riva e Metaponto si preparano per un weekend di grande golf
TARANTO - Centoventitre professionisti golfisti provenienti da ben 14 nazioni si daranno battaglia da dopodomani a domenica per la conquista dell’International Open di Puglia e Basilicata che si disputerà sui campi di Riva dei Tessali e Metaponto. Gli italiani saranno 53, una colonia abbastanza nutrita che tenterà di spezzare la ferrea catena delle vittorie straniere. Il lungo «digiuno » dura da ben 19 anni. L’ul - timo successo, infatti, risale al 1990 ad opera di Emanuele Bolo gnesi.

L’importante manifestazione che consente, come accade da moltissimi anni, di far giungere il grande golf in Puglia e Basilicata, fa parte dell’Alps Tour, un circuito in evidente crescita in quanto lancia annualmente i migliori giovani professionisti nel grande golf. I dirigenti tessalini, fin dalla scorsa edizione, hanno intuito che il futuro dello sport dello swing è legato proprio ai giovani per cui hanno aderito con grande slancio all’Alps Tour.

L’Open si disputerà su 54 buche ed ha un montepremi di tutto rispetto: 45mila euro, di cui ben 6.525 euro andranno al vincitore. Il primo ed il secondo giro si disputeranno, alternativamente, a Riva dei Tessali ed a Metaponto. Il terzo ed ultimo giro, invece, sarà effettuato sul campo storico di Riva che è immerso in una intensa ed ammiccante schiera di alberi. Quello di Metaponto, che è molto più giovane, invece, si «immerge» fra splendidi aranceti, in una suggestiva zona archeologica. Al giro finale parteciperanno i primi 40 ed i «parimerito».

Difenderà il titolo vinto l’anno scorso lo svizzero Martin Rominger, ma la concorrenza è particolarmente agguerrita. Fra gli italiani ci sono soprattutto Matteo Delpodio, Marco Guerisoli. Ma attenzione anche a Crespi, Terreni, Lattanzi, Maestroni, Napoleoni, G. Pietrobono, Signori, Zanini e Zani. Fra i francesi, ci sono Coathalem, Fournier, Joakimides, Xanthopoulos; fra gli spagnoli, Guzman, fra gli svizzeri, Sulzer, fra i belgi, Theunis e De Valensart e fra gli inglesi, Lewton. Domani c'è la Puglia e Basilicata Pro Am sempre sui due percorsi e con classifiche separate. Vi parteciperanno 60 squadre formate da un professionista e due dilettanti.

Giuseppe Dimito

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400