Venerdì 17 Agosto 2018 | 18:49

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Calcio

Bari, oggi l'iscrizione alla serie D, ma De Laurentiis vuole la C

La nuova squadra si sta formando, è caccia ai giovani di qualità

Bari, Decaro sceglie De Laurentiis

Siamo al giorno decisivo. Oggi il nuovo Bari di Aurelio De Laurentiis comincerà a muovere i primi passi con l’affiliazione alla Figc e l’iscrizione al campionato di serie D. Mosse che non pregiudicheranno il tentativo di ammissione in serie C, puntando soprattutto sulla realtà della Lega Pro, ancora a corto di compagini per completare il format a 60 squadre. Una strada impervia, ma il nuovo proprietario biancorosso è deciso a percorrerla fino in fondo.
Saranno anche ore di incontri: con Edy Reja per capire se il navigato tecnico goriziano possa rivestire un ruolo dirigenziale nell’organigramma barese. Ed anche con Filippo Galli, l’uomo individuato per rifondare il settore giovanile dei galletti, forte dell’eccellente lavoro svolto al Milan. Ma se tali candidature racchiudono ancora qualche incognita, certi sono, invece, i movimenti per l’ingaggio di direttore sportivo ed allenatore. Nonostante circolino con insistenza i nomi di Matteo Lauriola nelle vesti di uomo mercato ed Antonio Calabro in quelle di allenatore, gli intendimenti del nuovo corso biancorosso sarebbero in altre direzioni. Le scelte sono fatte ed occorre solo verificare se potranno essere portate a compimento. Ma per la casella di direttore sportivo è stato individuato un profilo che vanta curriculum e vittorie in C e D: un usato sicuro perfettamente calato nel contesto. Il tecnico, invece, sarebbe un autentico combattente del Sud Italia: un uomo con le spalle larghe in grado di abbinare successo ed un gioco intrigante. Identikit definiti, quindi, ma nomi top secret, onde evitare che le idee siano vanificate da intromissioni di altre compagini.
Il ds del Napoli, Cristiano Giuntoli, coadiuvato dal suo braccio destro, Giandomenico Costi, avrebbe, intanto, individuato una manipoli di giovani che potrebbero costituire una prima base di «under» di qualità da girare al Bari: qualcuno di loro vanta già diverse esperienze a contatto con la prima squadra, nell’era Sarri. È il caso, ad esempio, di Alberto Senese, difensore classe 2000, in grado di disimpegnarsi sia da terzino su entrambe le corsie, sia, all’occorrenza, da centrale. Nell’ultimo campionato è stato convocato per il match di Europa League con il Lipsia. È, invece, un laterale mancino puro Luigi D’Ignazio, nato nel ‘98 e prodotto dallo storico vivaio della società campana Mariano Keller. Attenzione, infine, a Francesco Mezzoni esterno destro del 2000, originario di Roma, ma trapiantato ormai a Napoli: treccine che ricordano l’olandese Ruud Gullit, ma soprattutto tecnica abbinata a quantità. L’autentico gioiello, però, è il 18enne Gianluca Gaetano, mezzala considerata prototipo di un campioncino. Al punto che persino Carlo Ancelotti vorrebbe valutarlo appieno prima di privarsene. Il percorso, invece, sarebbe più in discesa per il fratello Felice, 22 anni, fantasista che sta «studiando» da regista puro.
De Laurentiis, inoltre, vorrebbe vedere all’opera nel Bari il centravanti brasiliano Vinicius Morais, 23enne bloccato già da gennaio ed in cerca di spazio per esplodere: alto 190 cm, sarebbe uno specialista nel gioco aereo. Questa, in pratica, potrebbe essere la base su cui innestare 5-6 giocatori «extra lusso» per la categoria, in modo da colmare con qualità di stampo superiore il fisiologico ritardo con cui partirà la preparazione per il campionato. Una delle principali suggestioni, però, resta il ritorno di Franco Brienza. Il fantasista di Cantù è fortemente tentato di chiudere a Bari il suo percorso agonistico: sebbene il sogno sarebbe stato lasciare il calcio riportando i galletti in serie A, esibirsi in un palcoscenico prestigioso come il San Nicola, magari ancora con la fascia da capitano al braccio, rappresenta una prospettiva assai più affascinante di andare in una piazza nella quale non sarebbe amato come nel capoluogo pugliese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Baricalcio, per il Tribunale: «Giancaspro può disperdere il patrimonio»

Baricalcio, per il Tribunale: «Giancaspro può disperdere il patrimonio»

 
Bari calcio, società di Giancaspro ammessa al concordato

Bari calcio, società di Giancaspro ammessa al concordato

 
Bisceglie-Matera, partita a rischioPrefetto: incontro a porte chiuse

Bisceglie-Matera, partita a rischio. Prefetto: incontro a porte chiuse

 
Calcio, Marchisio dopo 25 annidice addio alla Juventus

Calcio, Marchisio dopo 25 anni
dice addio alla Juventus

 
Lecce, rinforzo a centrocampo: arriva Scavone dal Parma

Lecce, a centrocampo c'è Scavone . Attacco, ok per Lamantia

 
Fc Bari

Bari calcio, tribunale si riserva decisione sul sequestro e su ammissione al concordato

 
Foggia da lavori in corsoNeamber al rush finale

Foggia da lavori in corso
Neamber al rush finale

 
Lecce cerca i tasselli giustiBovo certezza per la difesa

Lecce cerca i tasselli giusti
Bovo certezza per la difesa

 

GDM.TV

Salento, 10 soccorsi per mare mossoUno motoscafo rischia di affondare

Salento, 10 soccorsi per mare mosso: un motoscafo rischia di affondare

 
Leuca, Gdf intercetta cabinatoe veliero con 24 migranti: 3 arresti

Leuca, Gdf intercetta cabinato e veliero con 24 migranti: 3 arresti

 
Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 

PHOTONEWS