Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 18:38

«Bari in serie A anche nel basket»

Lo ha auspicato Stefano Rusconi, ex campione del basket nazionale, in visita nel capoluogo pugliese. «Una forte amicizia con Maurizio Scalera, dirigente del Cus Bari e Donato Ravelli, direttore sportivo, è stata il motivo per rivisitare la Puglia». In maglia azzurra, il pivot ha ottenuto l’argento agli europei di Roma (1991) e l’oro ai Giochi del Mediterraneo (1993)
• Potenza stecca la prima. Giovedì la rivincita
«Bari in serie A anche nel basket»
di FRANCO CASTELLANO

BARI - Stefano Rusconi, un campione del basket nazionale, e non solo, in visita a Bari. «Una forte amicizia con Maurizio Scalera, dirigente del Cus Bari e Donato Ravelli, direttore sportivo, è stata il motivo per rivisitare il capoluogo pugliese». In maglia azzurra, pivot di caratura, ottiene la medaglia d’argento agli europei di Roma (1991) e l’oro ai Giochi del Mediterraneo (1993), con i tenici Sandro Gamba ed Ettore Messina. «Per me - confida Rusconi - attualmente il migliore allenatore europeo è Zelimir Obradovic».

Bari e i suoi impianti sportivi. Una visita globale per il primo cestista italiano «emigrato» negli Stati Uniti, in Arizona, per giocare con i Phoenix Suns. «Fantastico il complesso sportivo del Cus Bari, come pure il palaFlorio in ristrutturazione. Sono entusiasta della città vecchia. Purtroppo, può essere colpa mia, avevo avuto cattivi informatori. Dopo averla visitata ammetto il mio elevato gradimento. Passeggiando sulla muraglia, ho apprezzato l’estetica dei fabbricati. Bella davvero la città del vostro campione Antonio Cassano. Calcisticamente sono interista. Il Bari calcio del coach Antonio Conte è una grande realtà, ormai vicino al salto di qualità. Un buon motivo per il rilancio di altre attività sportive, tra le quali la pallacanestro».

Il campione italiano, due tricolori con la Benetton Treviso, entra nel merito: «La pallacanestro trasmette grandi valori, sport eccezionale, ma a livello mediatico viene poco sfruttata per il potenziale che possiede, a differenza di tante nazioni, su tutte la Spagna. Rendono vivo questo supporto con impianti adeguati, persone all’interno di ciascuna società che lavora in questo senso. La pallacanestro deve coprire le grandi città, pur nel rispetto di quello che avviene nella provincia. Bari, per quello che ho visto, compreso centro sportivo e altre strutture, credo meriti una squadra di serie A, in particolare, meglio ribadirlo, sulla scia dei successi calcistici».

Sembra un invito ad un progetto serio per il mondo dei canestri baresi, da non lasciar perdere. Rusconi gioca nel Santa Margherita Ligure, C nazionale dilettanti. Non manca un pensiero per Gianluca Basile, bandiera del basket pugliese, nato a Ruvo. «Un grande. In Italia era dato in fase calante. Ha ricevuto meno di quanto ha fatto, per fortuna gioca, e bene, nel Barcellona».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione