Cerca

Oggi ad Ancona il Bari con assenze

Oggi recupero della trentacinquesima giornata della serie B di calcio. Il giudice ha squalificato i due centrocampisti della squadra marchigiana. L'allenatore del Bari, Conte: «Altre due vittorie ed ipotechiamo la serie A»
• De Vezze torna a lavorare col gruppo
Oggi ad Ancona il Bari con assenze
BARI – Il Bari ha svolto un allenamento defaticante in vista del turno di recupero in programma oggi ad Ancona. Hanno svolto lavoro differenziato il difensore Esposito e il laterale Rivas, mentre segna grandi progressi il centrocampista De Vezze. Lunedì mattina si è svolto anche la rifinitura a porte chiuse al San Nicola nel corso del quale De Vezze tornerà regolarmente a lavorare con il gruppo.

Sono venti i giocatori di serie B squalificati dal giudice sportivo in relazione alle gare della quindicesima giornata di ritorno. Si tratta di Meggiorini (Cittadella), Narciso, Serafini e Renzetti (Albinoleffe), Baronio (Brescia), Bonanni (Grosseto), Cardinale (Salernitana) Caridi (Mantova), Cariello (Frosinone), Ciotola e Gazzola (Avellino), De Falco e Siqueira (Ancona), Diamanti e Rosi (Livorno), Fusani e Rea (Sassuolo), Moscardelli (Piacenza), Pesce (Ascoli) Spinale (Mantova).

Una giornata di squalifica è stata inflitta anche all’allenatore del Parma Francesco Guidolin e al dirigente della stessa squadra emiliana Diego Bortoluzzi. Sempre per quanto riguarda le sanzioni a carico di dirigenti tesserati Enrico Graziani e Raniero Pellegrini del Frosinone sono stati sospesi rispettivamente fino al 30 giugno e all’11 maggio 2009. Questo l'elenco dei diffidati: Basha (Rimini), Castiglia (Cittadella), Minelli (Triestina), Morrone e Zenoni (Parma), Nainggolan (Piacenza), Piccioni (Sassuolo), Troiano (Modena), Volta (Vicenza), Bonvissuto (Cittadella), Carrus e Vargas (Empoli), De Martino e Diaw (Avellino), Sicignano e Ascoli (Frosinone).

OCCHI PUNTATI SUL BARI
Domani sera (ore 20.45) calcio d’inizio di un turno straordinario che mette ancora in palio punti pesanti sia in chiave salvezza che per la promozione. Fari puntati sul Bari capolista di Antonio Conte che sabato scorso, approfittando del pareggio (2-2) fra le prime inseguitrici, Livorno e Parma, e sfruttando al meglio il turno casalingo con il Bari (3-0), si è portata a +3 sui ducali e con ben dieci lunghezza di vantaggio sui toscani. Il calendario riserva a Gillet e compagni la trasferta sul campo dell’Ancona. I dorici sono reduci dal pareggio di Mantova, acciuffato in extremis.

CONTE: ALTRE DUE VITTORIE ED IPOTECHIAMO LA «A»
Alla vigilia dell'impegno contro l'Ancona (domani ore 20,45), l’allenatore del Bari, Antonio Conte, mostra di avere le idee molto chiare sul futuro del campionato. “Le prossime due trasferte contro Ancona e Albinoleffe – afferma – potrebbero permetterci di porre una seria ipoteca sulla A, a condizione di conquistare due vittorie. Scenderemo in campo con la nostra solita mentalità, giocheremo per i tre punti. Se lasciassimo campo libero ai dorici, potrebbero metterci in seria difficoltà”. Conte mette in guardia la squadra perchè, dice, di fronte “ci sarà una matricola che sta ben figurando nel torneo, che ha vinto a Livorno e recuperato due reti sabato al Mantova. Quindi è un gruppo in salute. Noi dobbiamo giocare con la massima determinazione”. Sul piano tattico non ci saranno novità, anche se il tecnico non esclude un turn-over.
“Domani mattina – dice Conte – parlerò singolarmente con i giocatori. Sono sereno, la nostra forza è il gruppo e se dovessi cambiare qualcosa, chi subentrerebbe mi offrirebbe ottime garanzie. Del resto, abbiamo lavorato duramente per avere in questo periodo una condizione fisica che ci ponesse al riparo da sorprese”. A chi gli prospetta anche la possibilità di pareggiare solo uno dei prossimi due incontri, Conte precisa: “Giocando sempre per vincere si arriva lontano. Questa mentalità ci ha portato in vetta. Se dovessero arrivare però quattro punti, non li butterei via”. Il tecnico ha tre giocatori indisponibili, gli acciaccati De Vezze, Rivas ed Esposito.
Il Bari giocherà con il classico 4-4-2: Gillet tra i pali, Masiello e Parisi terzini, Stellini e Ranocchia centrali, a centrocampo Donda in regia affiancato da Gazzi e sulle fasce Lanzafame e Guberti, in attacco Kutuzov e Barreto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400