Cerca

Bari come un rullo serie A più vicina

Nel 36° turno della B di calcio, s'impone 3-0 sul Rimini e consolida il primato. In gol Kutuzov (32') nel primo tempo, Guberti (61') e Donda (83') nella ripresa 
• Conte euforico: «È un sogno»
• I risultati: Livorno-Parma 2-2
• La classifica: Bari, +10 sui toscani
• I cannonieri: Kutuzov, quarto gol
• Martedì c'è Ancona-Bari (ore 20,45)
BLOG
Bari come un rullo serie A più vicina
BARI-RIMINI 3-0 (1-0 nel primo tempo)

Bari (4-4-2): Gillet, Masiello, Ranocchia, Stellini, Parisi, Kamata (19' st Galasso), Donda, Gazzi, Guberti (29' st Edusei), Kutuzov (8' st Caputo), Barreto. (72 Santoni, 33 Bonomi, 29 Colombo, 23 Lanzafame). All.: Conte.
Rimini (4-1-4-1): Agliardi, Basha (1' st Marchi A.), Sottil, Rinaldi, Pagano, Cardinali, Docente (1' st Marchi M.), Frara, Paraschiv, La Camera, Matteini (33' st Paponi). (23 Temeroli, 3 Bravo, 10 Ricchiuti, 89 Pezzi). All.: Selighini
Arbitro: Peruzzo di Schio.
Reti: nel pt 32' Kutuzov; nel st, 16' Guberti, 38' Donda.
Angoli: 8-1 per il Bari.
Recupero: 1' e 0.
Ammoniti: Basha, Paraschiv, Marchi A., Pagano per gioco falloso, Matteini per proteste.
Spettatori: 13294 (paganti 7004, abbonati 6290, incasso totale 127.827,00, quota paganti 92.487,00, quota abbonati 35.340,00).

BARI - Il Bari ha messo una seria ipoteca sulla promozione diretta in A superando nettamente al San Nicola un Rimini volutamente rimaneggiato. I numeri della classifica non solo evidenziano il primato dell’undici di Conte ma, grazie al pari tra Livorno e Parma, certificano l’ulteriore allungo sulle inseguitrici, grazie ad un vantaggio di ben dieci punti sui toscani, terzi, con sole sette gare da disputare.

KAMATA TITOLARE - Ranocchia e Kamata sono le novità dal primo minuto della formazione biancorossa: l’azzurrino ha sostituito in maniera impeccabile Esposito al centro della difesa, mentre il francese sulla destra è stato letteralmente irrefrenabile. Selighini, invece, ha preferito lasciare in panchina il diffidato Bravo e il faro Ricchiuti preservandoli per la sfida di martedì contro la Salernitana. Il risultato? Un Rimini rinunciatario, con una difesa improvvisata e il solo Matteini abbandonato in avanti.

SUPERIORITA' SCHIACCIANTE - La superiorità territoriale della capolista è stata suggellata da un lato con un costante possesso palla, dall’altro con ben nove occasioni da rete in 30 minuti, non finalizzate da Barreto e compagni (grazie ad errori di mira e prodezze di Agliardi). Poi il lungo assedio ha portato i frutti sperati e una girata di Kutuzov (alla quarta marcatura, stavolta con dedica ai fedeli ortodossi che festeggiano la Pasqua) ha spianato la strada al successo barese.

BARI PADRONE - I romagnoli hanno avuto l’occasione per riequilibrare il risultato con Frara (su lancio di Pagano): la conclusione è terminata a lato. Nella ripresa il Rimini ha inserito la seconda punta, passando al 4-4-2 nel tentativo di avanzare il proprio baricentro, ma è proseguito il dominio del Bari, padrone del campo fino al raddoppio di Guberti con una botta dal limite (quinto gol con i pugliesi).

REGALO DA LIVORNO - Sotto di due gol la squadra di Selighini ha perso mordente e Barreto e Caputo, subentrato a Kutuzov, avrebbero potuto dilagare. La terza rete può essere ben definita una perla di Donda: l’argentino, tornato al gol dopo 14 mesi, ha sfoderato un pregevole pallonetto dal limite che ha sorpreso Agliardi. E mentre il San Nicola danzava per una nuova preziosa vittoria, da Livorno arrivava il regalo di Paloschi e il 2 a 2 tra toscani e Parma: la festa così è stata davvero completa. Incrementato il vantaggio sia sugli emiliani (secondi a quota 63) sia sui toscani (56). 

Martedì recupero del trentacinquesimo turno: c'è Ancona-Bari.

• Conte euforico: «È un sogno»
• I risultati: Livorno-Parma 2-2
• La classifica: Bari, +10 sui toscani
• I cannonieri: Kutuzov, quarto gol
• Martedì c'è Ancona-Bari (ore 20,45)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400