Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 01:43

Clemente torna a Gallipoli con la maglia del Benevento

Ritorna da ex in una partita che può valere già mezza promozione nella serie B di calcio. Ha giocato con la formazione giallorossa in C2 e in C1 nel 2005-06 e fino a gennaio del 2007, collezionando 44 presenze e 11 reti. All’andata i campani vinsero 3-0 e i primi due gol li segnò proprio lui, che guida i marcatori con 14 reti. Sulla sua strada troverà Molinari e Antonioli
Clemente torna a Gallipoli con la maglia del Benevento
GALLIPOLI - Ritorna da ex a Gallipoli con la maglia del Benevento in una partita che può valere già mezza serie B. Giampiero Clemente ha giocato con la formazione giallorossa in C2 e in C1 nel 2005-06 e fino a gennaio del 2007, collezionando 44 presenze e 11 reti. All’andata i campani vinsero 3-0 e i primi due gol li segnò proprio Clemente, che guida la classifica dei marcatori con 14 reti.

Il ricordo lasciato nei tifosi giallorossi è ancora vivo. «Anche io ho un ottimo ricordo di Gallipoli e dei suoi tifosi - dice il 31enne fantasista originario di Firenze - nel Salento mi sono trovato veramente bene e mi sarebbe piaciuto rimanere. Però sappiamo bene che il calcio va in questo modo e sono dovuto andare via perchè oramai stavano venendo meno tanti stimoli e non sentivo intorno a me la fiducia necessaria per poter rendere al massimo. Adesso ritorno da avversario e sicuramente mi emozionerò appena entrerò sul terreno di gioco, ma poi dovrò mettere tutto da parte e ricordarmi che sono un giocatore del Benevento e fare il massimo per poter far vincere la mia squadra. Ricordo ancora gli applausi che ho ricevuto nella gara di andata a Benevento da parte dei tifosi giallorossi che avevano seguito il Gallipoli ed è stata una manifestazione d’affetto che mi ha fatto molto piacere. Purtroppo però siamo avve rsari».

A Benevento ha trovato una nuova giovinezza riuscendo a diventare il giocatore di diamante della compagine campana che adesso lotta per andare in serie B. «Mi trovo davvero bene - continua Clemente - e per questo sto riuscendo ad avere quelle soddisfazioni che in C1 non avevo ancora avuto. Stiamo ottenendo dei grandi risultati ed essere a un passo dalla promozione nella serie cadetta è una cosa davvero bella e importante. Sono convinto che a Gallipoli con qualche piccolo ritocco potevamo conquistare la promozione in serie B perchè c'erano giocatori veramente importanti e vediamo che uno, Nacho Castillo, per esempio sta giocando in serie A».

Per poter agguantare la promozione senza dover partecipare ai play off c'è di mezzo il Gallipoli che non può concedere niente a nessuno. Tanto meno ad una diretta concorrente come il Benevento.

«Sarà una gara veramente difficile ed importante. Non possiamo uscire sconfitti dal comunale di Gallipoli. E’ fondamentale conquistare almeno un punto. Sappiamo che non sarà una cosa facile perchè andiamo ad affrontare una squadra veramente forte, che è stata in testa alla classifica per molti mesi e che in casa ha concesso veramente poco a tutte le avversarie. Però sappiamo anche che siamo in grado di compiere qualsiasi impresa e quindi non ci sentiamo sconfitti in partenza».

A Gallipoli se la dovrà vedere contro difensori esperti, come Morris Molinari e Paolo Antonioli.

«Il Gallipoli dispone di tanti giocatori veramente forti e non solo di Molinari e Antonioli. Non sarà facile ma dovrò cercare di superarli. Sono due difensori arcigni che lasciano pochissimo spazio agli attaccanti ma da parte mia ce la metterò tutta».

Troverà anche due attaccanti come Ciro Ginestra e Francesco Di Gennaro che lottano per il titolo di capocanniere, che attualmente appartiene proprio a lei.

«Chiunque vincerà il titolo di capocannoniere del girone vuol dire che se lo è meritato. Ginestra e Di Gennaro sono attaccanti sicuramente di categoria superiore. Non sarà facile per me superarli ma neanche per loro battermi».

ROBERTO CATALDI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione