Cerca

Solidarietà e tutela ambientale nell’edizione 2009 di Vivicittà

Si svolgerà a Matera e in contemporanea in altre 33 città italiane, in un abbraccio ideale alle vittime del sisma, la manifestazione organizzata dalla Uisp. Si corre la maratona e si raccolgono fondi per i terremotati dell’Abruzzo. Il via verrà dato alle 10.30 in diretta dai microfoni del GR1 Rai sia alla gara competitiva di 12 km sia alla non competitiva di 4 km
• Parte da Bari Il 19 la TransEurope FootRace
Solidarietà e tutela ambientale nell’edizione 2009 di Vivicittà
MATERA - Una corsa per la solidarietà. “Vivicittà 2009” si schiererà al fianco delle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto nell’edizione numero ventisei che si correrà domenica prossima in trentaquattro città italiane e in molte altre nel mondo.

La città di Matera non farà eccezione, sotto l’egida dell’Uisp provinciale, che contribuirà alla raccolta fondi Uisp-Solidarietà Abruzzo, lanciata nei giorni scorsi, alla quale forniranno il loro contributo tutti i partecipanti, sia alla competitiva di 12 km sia alla non competitiva di 4 km. Il via verrà dato alle 10.30 in diretta dai microfoni del GR1 Rai. Coinvolti anche venti carceri e istituti minorili italiani.

L’impegno centrale di Vivicittà rimane quello dell’ambiente: da anni sono sperimentate modalità organizzative “verdi ”, con l’utilizzo di materiali ecologici, la distribuzione di acqua di rete, l’incentivazione del trasporto pubblico o su due ruote per i partecipanti e la raccolta differenziata. Nella Città dei Sassi sono stati stampati Poster, locandine, volantini e cartelline su carta certificata FSC
(Forest Stewardship Council) e messi a Impatto Zero, per finanziare la tutela di una porzione di foresta in Costarica.

È stato indetto inoltre un mini-concorso nelle scuole elementari e medie, con attenzione focalizzata sui temi scottanti della mobilità, della vivibilità delle nostre città, degli spazi pubblici destinati allo sport ed alla socializzazione, della qualità dell’aria, del diritto alla salute. Sarà allestito un gazebo “informabiente” per informare del progetto “analisi ambientale” e dove attraverso un questionario predisposto saranno acquisiti dati utili all’analisi ambientale. Il percorso è di 4 Km da ripetere tre volte per i più esperti, solo una volta per i bambini e meno esperti di tutte le età. Partenza e arrivo in piazza Vittorio Veneto. Tra i favoriti, spiccano i nomi di Soumiya Labani tra le donne e Zaid El Houcine, Donato Becce e Zaid Issam tra gli uomini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400