Cerca

Foggia prende un punto e ritrova la personalità

Il tecnico Novelli: ««Oltre al risultato di Benevento, che è ovviamente importante, salvo in particolare la personalità dimostrata dai miei ragazzi contro una squadra di esperienza e composta da giocatori che potrebbero militare nel campionato di serie B. Abbiamo cancellato la prestazione di Arezzo anche se siamo stati meglio nella seconda parte di gara»
• Foggia-Taranto vietata ai tifosi jonici
• Il Gallipoli ha smarrito la bussola
• Potenza, il futuro in cinque partite
Foggia prende un punto e ritrova la personalità
FOGGIA - Torti e favori arbitrali, c’è sempre un bilanciamento. Se contro il Perugia il Foggia è stato messo sotto per aver ottenuto due rigori generosi (ma il secondo su Salgado è apparso molto più netto grazie alla documentazione fotografica), a Benevento la squadra può tranquillamente sentirsi più che defraudata per qualche decisione arbitrale che hanno forse negato al Foggia la vittoria. Ma tant’è. Mister Novelli si lascia scivolare via ogni polemica e preferisce soffermarsi sulla partita giocata dai suoi ragazzi al «Santa Colomba» contro una formazione che non fa mistero di puntare alla promozione diretta in serie B.

«Oltre al risultato, che è ovviamente importante, salvo in particolare la personalità dimostrata dai miei ragazzi contro una squadra di esperienza e composta da giocatori che potrebbero militare nel campionato fi serie B», dice Novelli che ritorna sul passato: «Abbiamo cancellato la prestazione di Arezzo anche se siamo stati meglio nella seconda parte di gara. Un pizzico di amarezza per non aver giocato più di prima ed aver alzato i ritmi proprio quando Salgado tra le linee poteva far male. Dovevamo servirlo con maggiore sollecitudine». Quindi il riferimento agli episodi: un gol annullato a Mancino, che si era ben inserito dalla retrovie sannite presentandosi solo davanti al portiere Mondini ed un altro gol annullato a Colombaretti per una dubbia interpretazione sulla ripresa del gioco, anche se a quell’azione hanno partecipato tutti ed il fischio dell’a r b i t ro c’è stato solo quando la palla toccata da Colombaretti è finita in rete. «Episodi? Se ci hanno regalato qualcosa nel primo rigore contro il Perugia non ci hanno regalato niente oggi, anzi...», chiosa Novelli già con la mente alla prossima gara casalinga del Foggia, quella contro il Taranto, in un derby molto difficile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400