Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 19:19

Brindisi a Ischia promozione vicina

Sale la tensione, in attesa del sospirato salto nella Seconda Divisione di calcio. La squadra di Silva a cinque turni dalla conclusione della stagione - che si annuncia come la migliore degli ultimi cinque anni - è saldamente in testa alla classifica, con otto punti di vantaggio sull’immediata inseguitrice, la Nocerina. Biancazzurri attesi da un rush finale abbordabile
Brindisi a Ischia promozione vicina
BRINDISI - La conclusione del campionato è sempre più vicina. E sale la tensione nell’ambiente, improntato al bel tempo, che circonda i biancazzurri di Massimo Silva. Il Brindisi a cinque turni dalla conclusione della stagione - che si annuncia come la migliore degli ultimi cinque anni - è saldamente in testa alla classifica, con otto punti di vantaggio sull’immediata inseguitrice, la Nocerina.

I biancazzurri sono attesi da un rush finale il migliore possibile. Sulla prima parte dell’itinerario verso la promozione, c’è l’Ischia. Un ostacolo molto alto, a giudicare dai buoni risultati che gli isolani hanno conseguito nel girone di ritorno. L’ultimo a Francavilla in Sinni, ai danni della sempre ben preparata formazione guidata da Lazic. Il Brindisi, al contrario, è reduce dalla sconfitta di Sant’Antonio Abate e dal pareggio interno nel derby con il Fasano.

Chi tra i biancazzurri di Silva e gli uomini di Impagliazzo avrà più carica agonistica? E chi più fretta di conquistare l’importante obiettivo della promozione - il Brindisi - e la migliore posizione nei play off - l’I s ch i a ? Il livello tecnico del Brindisi è noto. Lo certifica l’occupazione della vetta della classifica sin dal primo turno di campionato. Ma è altrettanto chiara l’ammirevole determinazione degli isolani di non farsi sfuggire l’occasione di conquistare la Seconda Divisione nel «torneo di riparazione».

Sarà perciò una partita vera. Così come autentica sarà la voglia di entrambe le formazioni di vincere, per il fatto che un risultato di parità non sarebbe - allo stato - produttivo di benefici effetti. La Nocerina e il Pomigliano - che si affronteranno domenica - restano le due dirette avversarie del Brindisi e dell’Ischia. I biancazzurri e gli isolani, pertanto, guardano a quel derby con totale cointeresse.

Il Brindisi riprende oggi la preparazione in vista della trasferta. Silva potrà contare sull’opera a centrocampo di Adriano Fiore. Il giocatore aveva dato qualche preoccupazione dopo che nella gara con il Fasano era uscito per un incidente di gioco. I successivi esami medici hanno escluso qualsiasi complicazione. E così Fiore sarà regolarmente in campo a gestire, insieme con Chiesa, la fase di definizione del gioco. Suggerirà i migliori servizi possibili per Galetti e Moscelli, ma anche per lo stesso Chiesa. A loro spetta il compito per nulla facile di mettere in porta il pallone della vittoria e dei tre punti.

Ma il gol potrebbe scaturire anche dagli sviluppi di un calcio piazzato. Una risorse vera e propria per il Brindisi che sa gestire le palle inattive in maniera efficace. In difesa, Silva riproporrà la coppia centrale Trinchera-Corazzini e sulle fasce ci saranno Idda e De Giorgi (un giovane, questi, che insieme con il suo compagno Camposeo costituiscono una coppia di terzini molto interessanti). A centrocampo, Cordiano sarà l’interditore principale. Nel compito sarà aiutato da Lenti e Fiore, i quali saranno anche le «ali» preziose dello schieramento biancazzurro.

Sfida, insomma, nel vero senso del termine tra Brindisi e Ischia. Un successo dei biancazzurri spalancherebbe loro la porta della Seconda Divisione. Specie se la Nocerina nel confronto di Pomigliano ne uscisse con le... ossa rotte. b.sta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione