Cerca

Taranto sfoga su Como la rabbia per l'Europe Cup

L’antidoto per dimenticare il Galatasaray e il trofeo sfumato si chiama playoff scudetto di basket femminile. Il Cras impatta nel migliore dei modi schiantando 81-46 al PalaMazzola la Pool Comense in gara1 dei quarti di finale. Ora può chiudere il discorso in gara 2 da affrontare in trasferta. La partita è in programma a Como giovedì 16 aprile alle ore 20,30
Taranto sfoga su Como la rabbia per l'Europe Cup
CRAS TARANTO - POOL COMENSE 81-46

TARANTO: Mahoney 25, Zimerle 6, Sauret 2, David 7, Batkovic1; Siccardi 10, Godin 10, Oliva 2, Greco 10. Ne: Bello. All. Ricchini.
COMO : Bestagno 3, Hall 9, Slavcheva 7, Smith 15, Fazio 2; Fassina 4, Silva, Invernizzi 4, Limoura 2, Sarni. All. Montini.
ARBITRI: Denis di Torino e Triffiletti di Mestre. PARZIALI: 13-16, 36-28, 57-34, 81-46.
NOTE: Taranto TL 10/14; T2 16/47; T3 13/18; RI 44. Como TL 7/9; T2 15/41; T3 3/11; RI 28.

TARANTO - L’antidoto per dimenticare il Galatasaray e la Europe Cup sfumata la scorsa settimana si chiama playoff. Taranto impatta nel migliore dei modi la corsa allo scudetto, schiantando ieri sera al PalaMazzola la Pool Comense in gara1 dei quarti di finale.

L'avvio del Cras, privo di Bello con la schiena ko, è però contratto. C'è confusione in campo e poca lucidità. Alla tripla iniziale di Mahoney rispondono Smith e l’ex Hall che con 4 punti porta Como avanti 5-6 al 4'.Taranto torna avanti quando inizia a cercare le penetrazioni, subendo fallo e andando in lunetta: così David e Batkovic con i liberi fanno 11-6 al 6'.

Le ospiti ci mettono però meno di un minuto a passare di nuovo avanti (11-12) con le triple di Bestagno e Slavcheva, che segna anche i punti del +3 al 10'. Il pareggio arriva subito con una «bomba» di Mahoney, seguito da un gioco canestro più libero aggiuntivo di Smith.

Ma qui il Cras cresce in reattività, mentre le percentuali delle lombarde calano. Godin fa 19-19, Mahoney 22-19 ancora dalla linea dei 6.25 e Siccardi costringe Hall al terzo fallo. È il momento in cui in campo c'è una sola squadra, il Taranto che con Greco e ancora Mahoney costruisce il parziale choc di 16-0 (interrotto da Smith) che al 16' vale il 32-19, mentre Como è tenuta a galla da Hall nei secondi finali del parziale.

Riparte subito forte il Cras dopo l’intervallo, grazie anche all’ottima serata al tiro diMahoney(7/10 da 3) e alla reattività di Godin: la francese con un canestro e libero supplementare porta le sue sul 45-28, firmando un parziale di 9-0 in 3 minuti.

Sull'altro fronte le maglie della difesa rossoblu si chiudono, concedendo a Como solamente 2 punti nei primi 5' del quarto, mentre una scatenata Mahoney fa +23 (53-30) al 26'. È il gap con cui la squadra di Ricchini si presenta all’ultima frazione, avendo concesso alle avversarie solamente 6 punti in 10'. Ma nonostante questo il Cras non pare volersi fermare, continuando a martellare Como questa volta con Batkovic che al 33' da 3 fa 64-38.

L’australiana è costretta ad uscire per raggiunto limite di falli, ma le sue compagne continuano a non concedere nulla alle avversarie, nonostante il vantaggio rassicurante. Tocca alla brindisina Siccardi al 35', con due triple di fila, fissare il nuovo massimo vantaggio sul +30 (70-40). Vantaggio che non fa che crescere sino all’ultimo, sottolineando che questo Cras Taranto, anche dopo la delusione di Istanbul, è ancora vivo.

ANGELO LORETO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400