Cerca

Lecce-Samp 1-3 Tre gol su rigore

Nel 31° turno della A di calcio, salentini ancora battuti (1-3), stavolta in casa dalla Samp e dal talento di Bari. Primo tempo: segna Pazzini (11'), poi Antonio su rigore (30'). Ripresa: accorcia Caserta (58'), sempre dagli undici metri. Espulso Giacomazzi (72'). Infine, Cassano chiude di nuovo dal dischetto (88')
• Il sisma non ferma il torneo: proteste
• De Canio se la prende con l'arbitro 
• I risultati di Prima Divisione
• I risultati di Seconda Divisione
• Gioisce la Puglia della pallavolo
Lecce-Samp 1-3 Tre gol su rigore
LECCE-SAMPDORIA 1-3 (0-2 nel primo tempo)

LECCE (4-4-2): Benussi 6; Schiavi 5, Fabiano 5.5, Esposito 5.5 (1' st Konan 5.5), Ariatti 5 (35' st Giuliatto sv); Angelo 6, Giacomazzi 4.5, Vives 5.5, Caserta 7; Tiribocchi sv (20' pt Papadopoulos 6), Castillo 6. In panchina: Rosati, Edinho, Munari, Zanchetta. Allenatore: De Canio 5.
SAMPDORIA (3-5-2): Castellazzi 6.5; Lucchini 6 (30' st Ferri sv), Gastaldello 6, Accardi 5.5; Padalino 6.5 (23' st Ziegler 6), Sammarco 6, Palombo 6, Franceschini 6.5, Pieri 6.5; Pazzini 6.5, Cassano 7 (44' st Marilungo sv). In panchina: Mirante, Delvecchio, Dessena, Mustacchio. Allenatore: Mazzarri 6.5.
ARBITRO: Dondarini di Finale Emilia 5.5.
RETI: 11' pt Pazzini, 30' pt e 43' st Cassano (entrambi su rig); 13' st Caserta.
NOTE: giornata di sole, terreno di gioco in buone condizioni. Al 27' st espulso Giacomazzi per doppia ammonizione. Ammoniti: Vives, Schiavi e Konan. Angoli: 5-3. Recuperi: pt 3'+1'; st 2'.

LECCE – Il Lecce non sfata il tabù del Via del Mare e continua nel suo tunnel. Questa volta i salentini alzano bandiera bianca davanti alla Sampdoria, vittoriosa in Puglia per 3-1. Alla base del successo doriano la straordinaria vena di Antonio Cassano, autore di due reti su calcio di rigore, e la concretezza di Pazzinim che ha aperto le marcature. Di Caserta, sempre su rigore, la rete dei giallorossi che restano penultimi in classifica.

A dispetto del risultato finale i padroni di casa non erano partiti affatto male. Al gioco veloce dei giallorossi, però, la Samp rispondeva con una difesa molto accorta. Il primo pericolo, però, è di marca doriana al 6': Cassano a tu per tu con benussi si fa ipnotizzare dal portiere leccese. All’11' gli ospiti passano in vantaggio: azione caparbia di Pieri sulla sinistra e cross in mezzo per Pazzini, tenuto in gioco da Ariatti, che fulmina Benussi.

Lo svantaggio disorienta il Lecce, che non riesce a imbastire un’azione degna di nota e così quei primi minuti che avevano fatto sperare i tifosi salentini lasciano il campo alle geometrie di Palombo e alla fantasia di Cassano. Il talento barese è letteralmente preso di mira dai difensori di casa, ma nonostante la guardia stretta montata su di lui rappresenta un continuo pericolo per la retroguardia leccese. Il problema dei giallorossi è la mancata concretezza in avanti: Tiribocchi al 20' deve lasciare il campo per una botta alla schiena e l’unico tiro lo fa Vives al 21', centrale.

Al 30' arriva il primo calcio di rigore, concesso da Dondarini per un fallo di mano di Vives e trasformato da Cassano.

Nella ripresa si vede un altro Lecce, complice anche la grande reazione di Caserta (forse l’unico dei suoi a credere ancora nella salvezza). Il centrocampista va vicino al gol in un paio di occasioni su punizione e alla fine riesce ad accorciare le distanze su calcio di rigore. La massima punizione viene concessa da Dondarini per fallo di Accardi su Papadopoulos. Il 2-1 dà la scossa ai salentini, che per un quarto d’ora imperversano in area doriana. Al 25' Franceschini salva sulla linea dopo un conclusione di testa di Ariatti. Poco dopo ci prova anche Castillo, ma la sua conclusione finisce alta.

La verve dei giallorossi veine però spenta dal secondo rigore assegnato alla Samp al 42' per un fallo su Pieri. Sul dischetto va ancora Cassano che non sbaglia. Le speranze di salvezza diminuiscono per la concomitante vittoria del Torino, quart'ultimo con tre lunghezze di vantaggio sui pugliesi. Bologna ko. Nel prossimo turno (19 aprile) Roma-Lecce.

I RISULTATI - 12ª GIORNATA DI RITORNO

Bologna - Siena 1-4
Chievo – Milan 0-1
Fiorentina – Cagliari 2-1
Genoa - Juventus ore 20.30
Inter - Palermo 2-2
Lazio - Roma 4-2
Lecce - Sampdoria 1-3
Napoli – Atalanta 0-0
Reggina - Udinese domani ore 16
Torino – Catania 2-1

CLASSIFICA (legenda: squadra, punti, partite giocate, vinte, pareggiate, perse, gol fatti, gol subiti)

Inter 73 31 22 7 2 57 23
Juventus (-) 63 30 19 6 5 54 26
Milan 61 31 18 7 6 54 28
Fiorentina 55 31 17 4 10 43 31
Genoa (-) 54 30 15 9 6 40 27
Roma 49 31 14 7 10 48 46
Palermo 46 31 14 4 13 42 40
Cagliari 45 31 13 6 12 36 31
Lazio 44 31 13 5 13 43 45
Atalanta 41 31 12 5 14 36 35
Sampdoria 40 31 10 10 11 36 39
Napoli 39 31 10 9 12 35 35
Siena 37 31 10 7 14 29 33
Catania 37 31 10 7 14 31 37
Udinese (-)               36 30 9 9 12 38 42       
Chievo 31 31 7 10 14 28 39
Torino 27 31 6 9 16 28 47
Bologna 26 31 6 8 17 33 53
Lecce 24 31 4 12 15 27 53
Reggina (-) 20 30 3 11 16 22 49
(-): una gara in meno

CLASSIFICA CANNONIERI

20 RETI: Ibrahimovic (2 rig) (Inter).
19 RETI: Di Vaio (4 rig) (Bologna).
16 RETI: Gilardino (Fiorentina); Milito (5 rig) (Genoa).
14 RETI: Pato (Milan). 13 RETI: Mutu (2 rig) (Fiorentina).
12 RETI: Floccari (1 rig) (Atalanta); Amauri (Juventus); Di Natale (3 rig) (Udinese).
11 RETI: Zarate (2 rig) (Lazio); Kakà (4 rig) (Milan); Cavani (1 rig) (Palermo).
10 RETI: Acquafresca (2 rig) (Cagliari); Miccoli (2 rig) (Palermo); Corradi (5 rig) (Reggina); Cassano (2 rig), Pazzini (1 Fiorentina) (Sampdoria).
9 RETI: Jeda (Cagliari); Mascara (2 rig) (Catania); Pellissier (1 rig) (Chievo); Del Piero (2 rig) (Juventus); Pandev (Lazio); Hamsik (2 rig) (Napoli); Vucinic (Roma); Quagliarella (Udinese).
8 RETI: Sculli (Genoa); Rocchi (Lazio); Inzaghi, Ronaldinho (2 rig) (Milan); Denis (Napoli); Simplicio (Palermo); Julio Baptista (1 rig), Totti (3 rig) (Roma).
7 RETI: Doni (Atalanta); Paolucci (Catania); Iaquinta (1 rig) (Juventus); Tiribocchi (Lecce); Lavezzi (Napoli); Maccarone (1 rig) (Siena).
6 RETI: Castillo (Lecce); Bianchi (1 rig) (Torino).
5 RETI: Balotelli (1 rig), Stankovic (Inter); Nedved (Juventus); Caserta (2 rig) (Lecce); Seedorf (Milan); Bellucci (1 rig), Delvecchio (Sampdoria); Ghezzal (Siena).
4 RETI: Conti, Matri (Cagliari); Morimoto (Catania); Marcolini (2 rig) (Chievo); Montolivo (Fiorentina); Motta (Genoa); Maicon (Inter); Chiellini (Juventus); Maggio (Napoli); Bresciano (Palermo); Calaiò, Kharja (Siena); Amoruso (2 rig) (Torino); D’Agostino (2 rig) (Udinese).
3 RETI: Ferreira Pinto, Padoin, Plasmati (2 Catania) (Atalanta); Volpi (Bologna); Fini (Cagliari); Martinez (Catania); Italiano (Chievo); Jankovic (Genoa); Adriano (1 rig) (Inter); Foggia (Lazio); Ambrosini (Milan); Zalayeta (Napoli); Brienza (1 rig), Cozza (Reggina); De Rossi (Roma); Frick (Siena); Rosina (3 rig) (Torino); Floro Flores, Pepe, Sanchez (Udinese).
2 RETI: Guarente, Valdes, Vieri (Atalanta); Marazzina, Valiani (Bologna); Biondini (Cagliari); Ledesma (1 rig) (Catania); Langella, Mantovani (Chievo); Felipe Melo (Fiorentina); Biava, Olivera, Palladino, Papastathopoulos (Genoa); Cambiasso, Cordoba, Cruz, Muntari (Inter); Giovinco, Marchisio, Mellberg, Sissoko (Juventus); Kolarov, Ledesma, Siviglia (Lazio); Cacia, Giacomazzi, Munari (Lecce); Beckham (Milan); Kjaer, Succi (Palermo); Di Gennaro (Reggina); Aquilani, Brighi, Cicinho, Juan, Mexes, Panucci, Perrotta, Pizarro (Roma); Palombo, Stankevicius (Sampdoria); Vergassola (Siena); Dellafiore, Natali, Saumel, Stellone (Torino).
1 RETE: Capelli, Cigarini, Garics, Manfredini (Atalanta); Adailton, Bernacci (1 rig), Britos, Mingazzini, Moras, Mutarellio (Bologna); Bianco, Larrivey, Lopez, Ragatzu (Cagliari); Baiocco, Capuano, Potenza, Sabato (Catania); Bentivoglio, Bogdani, Colucci, Luciano, Makinwa, Morero, Rigoni (Chievo); Bonazzoli, Jovetic (1 rig), Kuzmanovic, Pasqual, Santana, Vargas (Fiorentina); Criscito (Genoa); Burdisso, Crespo, Figo, Maxwell, Obinna, Samuel, Vieira (Inter); Camoranesi, Grygera, Legrottaglie, Marchionni, Poulsen, Salihamidzic, Trezeguet (Juventus); Dabo, Diakitè, S.Inzaghi, Lichtsteiner, Mauri (Lazio); Esposito, Vives (Lecce); Borriello, Pirlo (1 rig), Zambrotta (Milan); Mannini, Pazienza, Vitale (Napoli); Bovo, Cassani, Mchedlidze, Migliaccio (Palermo); Barreto, Costa, Sestu (Reggina); Loria, Menez, Riise, Taddei (Roma); Franceschini, Padalino, Sammarco(Sampdoria); Ficagna, Galloppa (1 rig), Jarolim, Portanova (Siena); Abate, Abbruscato, Barone, Colombo, Ventola, P.Zanetti (Torino); Domizzi, Felipe, Inler, Pasquale (Udinese).
1 AUTORETE: Terlizzi (Catania pro Inter); Mascara (Catania pro Inter); Cicinho (Roma, pro Bologna); Di Loreto (Torino pro Reggina); Pisano (Torino pro Inter); Domizzi (Udinese pro Lecce); Siviglia (Lazio pro Napoli); Mantovani (Chievo pro Lazio); Denis (Napoli pro Milan); Papastathopoulos (Genoa pro Juve); Felipe (Udinese pro Chievo); Diakitè (Lazio pro Inter); Mantovani (Chievo pro Juventus); Isla (Udinese pro Inter).

Prossimo turno (32ª giornata, tredicesima del girone di ritorno), in programma sabato 18 e domenica 19 aprile

- Sabato 18 aprile:
Genoa-Lazio (ore 18)
Juventus-Inter (ore 20.30)
- Domenica 19 aprile (ore 15):
Atalanta-Reggina
Cagliari-Napoli
Catania-Sampdoria
Palermo-Bologna
Roma-Lecce
Siena-Chievo
Udinese-Fiorentina

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400