Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 01:00

Cuore Manfredonia Incasso in Abruzzo

La società rinuncia agli introiti della gara di Seconda Divisione di calcio contro l’Igea Virtus. Sulla scia dei maggiori club, ha deciso di devolvere l’intero incasso della gara casalinga contro l’Igea Virtus in favore delle famiglie rimaste vittime del terremoto che ha colpito parte del territorio abruzzese. «Un gesto doveroso, oltre che sentito e sincero»
Cuore Manfredonia Incasso in Abruzzo
MANFREDONIA - Sulla scia dei maggiori club, il Manfredonia ha deciso di devolvere l’intero incasso della gara casalinga contro l’Igea Virtus in favore delle famiglie rimaste vittime del terremoto che ha colpito parte del territorio abruzzese. «Un gesto doveroso, oltre che sentito e sincero - si legge nel breve ma significativo comunicato - che va ad aggiungersi all’ocea - no di solidarietà che si sta creando tra tutta la popolazione sipontina e quella italiana in generale». 

Intanto, agli ordini di D’Ar rigo la squadra continua a preparare l’importante sfida con la formazione siciliana e lo stesso tecnico cura molto da vicino l’evo l ve r s i dell’infortunio che dalla scorsa settimana tiene praticamente quasi fermo Mauro Marchano. L’attaccante argentino, infatti, ha svolto un leggerissimo lavoro,a parte, e a questo punto le speranze di vederlo nella lista dei convocati risultano pochissime e pertanto lo stesso allenatore del Manfredonia dovrà individuare chi, tra Giglio e Napoli, in attacco farà coppia con Romano, nuovamente a disposizione dopo aver scontato il turno di squalifica. 

Tra i due, chi “sente”maggiormente l’o d o re della maglia da titolare è proprio Giglio, peraltro già titolare domenica scorsa ad Aversa. «Domenica scorsa abbiamo giocato in un ambiente molto difficile - rimarca l’at - taccante napoletano - ma alla fine l’aspetto più importante è l’av er portato a casa un punto. Certo, a pensarci bene negli ultimi dieci minuti avremmo potuto sfruttare meglio l’occasione della superiorità numerica, ma va bene lo stesso». E con l’Igea, come la mettiamo? «Domani ci giochiamo tanto - dice senza pensarci su più di tanto - ed è ovvio che se riuscissimo a vincere ci porteremmo a quota trenta punti, condizione che nelle rimanenti gare ci spianerebbe meglio la strada verso il traguardo della salvezza ». Magari con un suo gol? «Innanzi tutto - conclude Giglio - spero di poter giocare. In questo finale di stagione il mister mi sta dando fiducia, ma alla fine è sempre lui a decidere. Per quanto mi riguarda, mi alleno sempre con la stessa intensità. Infine, vorrei rivolgere un appello ai tifosi: a loro chiediamo di starci vicino e di venire allo stadio in massa».

MICHELANGELO GUERRA

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione