Cerca

Un Melfi fiducioso verso Catanzaro

Anticipato di un giorno il test infrasettimanale, per via dell’anticipo della dodicesima gara del girone di ritorno di Seconda Divisione. La squadra di mister Palumbo ha disputato ieri pomeriggio la partitella in famiglia nell’impianto sportivo di San Nicola di Melfi. Nel collettivo federiciano non ci sono giocatori infortunati. Ma anche questa volta, mister Palumbo dovrà fare a meno del difensore centrale Gabrieli, squalificato
Un Melfi fiducioso verso Catanzaro
MELFI - È stato anticipato di un giorno il test infrasettimanale del Melfi, per via dell’anticipo della dodicesima gara del girone di ritorno. La squadra di mister Palumbo ha disputato ieri pomeriggio la partitella in famiglia nell’impianto sportivo di San Nicola di Melfi. Nel collettivo federiciano non ci sono giocatori infortunati. Ma anche questa volta, mister Palumbo dovrà fare a meno di una pedina importante. L’ammonizione rimediata domenica scorsa nella gara contro il Noicattaro, infatti, è costata al difensore centrale Emanuele Gabrieli, che era diffidato, un turno di squalifica.

Il Melfi quindi, nella difficile trasferta sul campo del Catanzaro dovrà fare a meno del suo contributo. All’allenatore dei gialloverdi, però, non mancano valide alternative. Al posto di Gabrieli, stando alle indicazioni del test infrasettimanale di ieri potrebbe giocare il difensore Mattia Ferrato, preferito al pari ruolo Mauro Rizzo. A completare la difesa, Nicola Fumai sulla fascia destra, Fernanco Castaldo al centro e Nello Gambi a sinistra. Le novità maggiori riguardano il centrocampo, che è stato schierato a cinque, con Gianluca Bacchiocchi davanti alla difesa, Marco Tufano a destra, Gennaro Gilfone a sinistra ed al centro la coppia formata da Vincenzo Maisto e Damiano Mitra. In attacco, un solo uomo: il capitano gialloverde Gianluca De Angelis.

Il Melfi dunque, potrebbe scendere in campo con un 4-5-1 che in fase offensiva potrebbe trasformarsi in un 4-3-3, grazie alla spinta dei laterali Tufano e Gilfone. Il Melfi fra due giorni affronterà in trasferta il Catanzaro, secondo in classifica insieme al Gela. La formazione calabrese punta chiaramente ai playoff, ma nell’ultimo turno di campionato ha subito un’inaspetta - ta battuta d’arresto contro la Val di Sangro. «Sicuramente sarà dura per la nostra squadra», dice l’estremo difensore del Melfi, Francesco Russo. «Ma sin da lunedì - aggiunge - ho visto un gruppo ben motivato, che vuole riscattare l’opaca prova con il Noicattaro. Contro il Catanzaro, anche se sarà difficile cercheremo di recuperare la media punti. Se ce la metteremo tutta - dice ancora Russo - il colpaccio potrebbe essere possibile. Per il Catanzaro la sconfitta di domenica è stata un brutto colpo. Proprio per questo, a mio avviso, i nostri avversari saranno meno motivati di noi».

Allo stadio «Ceravolo» di Catanzaro, dunque, il collettivo normanno inseguirà il successo, senza alcun complesso di inferiorità nei confronti del blalsonato avversario. In casa Catanzaro, del resto, ci saranno due assenze importanti, che costringeranno l’allenatore Nicola Provenza a ridisegnare la difesa: quelle degli squalificati Roberto Gimmelli e Roberto Di Maio. «Il Catanzaro - continua Russo - ha sicuramente più problemi di noi. Per questo sono convinto che faremo bene sabato prossimo». C’è grande sicurezza, nelle parole del portiere gialloverde. La stessa sicurezza, che Francesco Russo infonde ai compagni di squadra ogni domenica. «Sono contento - ammette l’estre - mo difensore del Melfi - del periodo che sto attraversando. Sto molto bene e riesco a trasmettere tranquillità al gruppo nelle prestazioni della domenica. Non poteva andare meglio, soprattutto in un periodo in cui la squadra aveva bisogno di tranquillità. Per un portiere riuscire in questo compito è molto importante. Spero di continuare così fino alla fine del campionato e di contribuire ai successi e alla salvezza del Melfi. Sabato contro il Catanzaro - assicura Russo - darò il meglio di me».

FRANCESCO RUSSO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400