Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 14:11

Marzeglia è l'amuleto del Gallipoli

Entra quasi sempre nella ripresa e la compagine gallipolina (Prima Divisione di calcio, girone B) riesce a raddrizzare ogni partita. Fino ad ora ha collezionato ben 17 presenze anche se è partito solo due volte da titolare, mentre nelle altre occasioni è entrato in campo a partita già iniziata. Fino ad oggi ha realizzato tre reti
Marzeglia è l'amuleto del Gallipoli
GALLIPOLI - È diventato il vero portafortuna del Gallipoli. Adriano Marzeglia entra quasi sempre nella ripresa e la compagine gallipolina riesce a raddrizzare ogni partita. Fino ad ora ha collezionato ben 17 presenze anche se è partito solo due volte da titolare, mentre nelle altre occasioni è entrato in campo a partita già iniziata. Fino ad oggi ha realizzato tre reti. Ogni volta però che è entrato in campo ha dato il suo contributo fondamentale alla causa gallipolina. E’ accaduto lo stesso anche contro la Ternana quando ha preso il posto di Francesco Di Gennaro al 25’ della ripresa.

Dopo solo 14 minuti è arrivato il calcio di rigore trasformato da Ciro Ginestra e il Gallipoli ha conquistato tre punti fondamentali in vista della promozione in serie B. «Lo dicevamo anche in panchina poco prima di entrare sul terreno di gioco - dice Adria - no Marzeglia - che sto diventando il portafortuna del Gallipoli. Questa è una cosa che mi fa molto piacere perchè l’importante è che il Gallipoli possa vincere e se il mio ingresso in campo è un portafortuna meglio così». Il vero Gallipoli si è visto solo verso la fine della gara quando ha sbloccato il risultato e la Ternana ha incominciato a giocare a viso aperto alla ricerca del pareggio.

«Penso che abbiamo creato veramente tante occasioni da rete - continua il 22enne attaccante - nel corso di tutti i novanta minuti di gioco e che quindi alla fine sia stata meritata la nostra vittoria. Poi, anche se è venuta su una azione fortunosa perchè il pallone ha toccato un braccio di un avversario in area di rigore questo fa parte del calcio. L’impor tante per noi era riuscire a portare a casa i tre punti e ci siamo riusciti». La formazione allenata da mister Giuseppe Giannini doveva riscattare la sconfitta di Cava dei Tirreni e conquistare assolutamente i tre punti per non correre il rischio di essere risucchiata dalle inseguitrici. «Sapevamo che era fondamentale conquistare questa vittoria - dice ancora Marzeglia - per non rimanere distaccati dalla capolista Crotone. Adesso, invece, siamo ancora lì e possiamo giocarci tutte le carte a disposizione sino alla fine. Però bisogna fare dei punti anche fuori casa ad incominciare da domenica prossima quando andremo a fare visita al Sorrento. Non basta vincere qui a Gallipoli ma dobbiamo riuscire a vincere anche lontano dal nostro campo ».

Non è facile però neanche vincere in casa e questo si è visto con l’Are zzo che ha perso sul terreno amico contro il Real Marcianise in una gara che sembrava dal risultato s c o n t at o . «Sappiamo benissimo che non è facile fare punti contro nessuna squadra - conclude l’attaccante - oramai tutti quanti lottano per conquistare almeno un punto in questa parte finale della stagione. Anche la Ternana non ci ha regalato nulla e, anzi, ha lottato sino alla fine». Una lotta a tre? «Aspettiamo ancora un poco per dirlo. Staremo a vedere. E’ un campionato equilibrato e i valori variano spesso. L’importante è stare nelle posizioni che contano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione