Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 11:12

«Meritavamo il pareggio ma è inutile recriminare»

Il tecnico in seconda del Lecce Pavese, che ha sostituito De Canio in panchina: «Quando arrivi al novantunesimo con il risultato in tasca è normale che ci speri. Tanto più che abbiamo preso il gol per una sfortunata circostanza. Era una palla che avevamo conquistato e abbiamo poi perso per una scivolata di Konan»
• Milan-Lecce 2-0, i gol nel recupero
«Meritavamo il pareggio ma è inutile recriminare»
dal nostro inviato
Massimo Barbano

MILANO - È deluso Paolo Pavese che stava per vivere la sua giorata di gloria conquistando un risultato straordinario in uno stadio come San Siro nella giornata in cui era chiamato a sostituire in panchina lo squalificato Gigi De Canio. «Quando arrivi al novantunesimo con il risultato in tasca – dice l'allenatore in seconda del Lecce – è normale che ci speri. Tanto più che abbiamo preso il gol per una sfortunata circostanza. Era una palla che avevamo conquistato e abbiamo poi perso per una scivolata di Konan».

Per il tecnico, il risultato di parità non avrebbe fatto gridare allo scandalo. «Il Lecce avrebbe meritato questo pareggio per come ha giocato. Abbiamo fatto un'ottima partita per quello che sono le nostre caratteristiche e le nostre attuali potenzialità. Questa è una squadra che non attraversa un buon momento, specialmente dal punto di vista psicologico e nonostante tutto ha retto bene il campo e avrebbe anche avuto qualche occasione per passare in vantaggio».

Pavese è comunque convinto che la sconfitta, maturata negli ultimi minuti, non dovrebbe, tuttavia, demoralizzare il gruppo. «No, perché rimane la buona prestazione offerta – sostiene il tecnico in seconda – si deve ripartire da questa per riprendere il cammino. Ormai questa partita è persa ed è inutile recrim inare». In classifica d'altra parte, resta tutto come prima per quanto riguarda la lotta per non retrocedere: «È una lotta apertissima – continua – i risultati di oggi lasciano tutto invariato anche se questo è per noi un ulteriore motivo di rammarico. Facendo risultato qui contro il Milan avremmo compiuto un considerevole guadagno sulle dirette concorrenti».

Ora occorre soprattutto non mollare. «È difficile spiegare questa situazione di classifica del Lecce – prosegue Pavese – è indubbiamente una squadra che ha qualche problema, ma questo riguarda soprattutto la mentalità. Quello che manca è una mentalità vincente, ma purtroppo, per acquisirla la migliore medicina sono i risultati e questi non stanno arrivando».

• Basket: Taranto conclude in vetta
• Pallavolo: Castellana d'autore

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione