Cerca

Via al Campionato Italiano Juniores di taekwondo

Sabato e domenica a Taranto, presso il Palafiom, andrà in scena il grande spettacolo delle arti marziali. L’Erario, presidente dell’ASD Taekwondo: «Abbiamo 280 iscritti per un complesso di 105 palestre d’ogni regione d’Italia». Presente l’argento olimpico Sarmiento
Via al Campionato Italiano Juniores di taekwondo
Sport - TaekwondoTARANTO - Ci siamo davvero. Dopo tanta attesa è ormai tutto pronto per il taglio del nastro del Campionato Italiano Juniores di Taekwondo. In questo week-end, sabato 28 e domenica 29 marzo, a Taranto, presso il Palafiom, andrà in scena il grande spettacolo delle arti marziali. Un appuntamento che come spiega Domenico L’Erario, presidente dell’ASD Taekwondo ed artefice dell’assegnazione dell’evento alla città dei Due Mari, ha superato, in quanto a partecipazioni, le più rosee aspettative. «Abbiamo 280 iscritti per un complesso di 105 palestre d’ogni regione d’Italia. Oltre alla medaglia d’argento olimpica Mauro Sarmiento, al Maestro Sun Jae Park, fondatore e presidente della FITA, e al Presidente della commissione politiche dell'Unione Europea Mario Pescante, nella due giorni di competizioni ci omaggerà della sua presenza anche l’allenatore della Nazionale Italiana Soon Cheul Yoon».

Un vero e proprio successo che Domenico L’Erario ha saputo costruire nella sua intensisissima carriera. «Ho cominciato a praticare taekwondo a 17 anni in una Palestra di Massafra. Sono stato due volte campione italiano di forme, quattro volte campione regionale di cinture rosse e nere. A 23 anni mi sono trasferito in Emilia, dove sono rimasto per due lustri ed ho conquistato tre Coppe Italia piazzandomi anche secondo ai Campionati Italiani di combattimento».

Una carriera costellata da successi che hanno portato L’Erario a diventare istruttore a soli 28 anni. «Nel 2005, dopo aver vinto con i miei ragazzi due titoli regionali, ho lasciato l’Emilia per tornare in Puglia, dove ho fondato la ASD Taekwondo Taranto».

Un team che in pochi anni ha formato la bellezza di dieci cinture nere. «Una di loro ha anche aperto una palestra tutta sua a Massafra. È questo l’obiettivo del nostro lavoro: far sì che il movimento si allarghi. L’ASD Taekwondo Taranto adesso conta oltre 120 iscritti ed i miei ragazzi nel 2007 hanno conquistato la Roma Cup a squadre, un importante trofeo nazionale. Da quattro anni siamo sempre sul podio regionale delle categorie senior e junior e nel 2007 abbiamo vinto il campionato regionale a squadre».

Grazie a tanto lavoro il movimento ionico sta generando una nuova, giovanissima classe di campioni. «È l’esempio di Marta Barletta, una ragazza di 13 anni che nell’ultima edizione dei campionati Juniores ha conquistato uno splendido bronzo. E’ su atlete come lei che dobbiamo costruire il futuro del nostro sport qui in Puglia».

Ma del futuro è parte integrante anche un evento prestigioso come il Campionato Juniores, arrivato a Taranto grazie al carisma e alla prontezza dello stesso L’Erario. «La proposta, dopo essersi impelagata a Bari, mi è arrivata dal Presidente della FITA Puglia Giuseppe Terrulli ed anche se i tempi erano ristretti ho colto al volo l’opportunità».

Per organizzare un appuntamento del genere però è buona parte del movimento ionico a muoversi. «Per questo voglio ringraziare i ragazzi della Scuola Taekwondo Simeone, quelli dell’ASD Eurosport 2000 ed Elio Dalto, che mi sono stati vicini nell’organizzazione di questa due giorni di grande sport».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400