Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 09:25

Cras, sfida pericolosa a PalaMazzola

Ultimi colpi della stagione regolare in A1 femminile di basket. Taranto deve tenere alta la guardia per mantenere la vetta, preziosa in chiave playoff. Al PalaMazzola domenica alle 18 arriva la Liomatic Umbertide, matricola che mercoledì scorso ha battuto in casa Faenza
Cras, sfida pericolosa a PalaMazzola
Cras TarantoTARANTO - Ultimi colpi della regular season. Sfide delicate, che invitano il Cras a tenere alta la guardia per mantenere la vetta preziosa in chiave playoff. Al PalaMazzola domani alle 18 arriva la Liomatic Umbertide, matricola pericolosa, come dimostra il +1 di mercoledì scorso in casa su un cliente eccellente come Faenza. Le perugine cercano punti-salvezza, con il sogno (quasi impossibile) di evitare i playout. Motivazioni forti, come quelle di Taranto, attuale capolista del campionato.

SOLO PRADO MANCA ALL’APPELLO - Nuovo turno, nuova corsa. Il Cras arriva alla penultima giornata con l’obbligo di blindare la vetta, che condivide assieme a Schio, domani impegnato in un match non facilissimo contro Parma. Ma Taranto non deve pensare solo alle scledensi, ma anche al rabbioso ritorno in classifica di Venezia, attualmente a -2 dalla coppia di testa, domani impegnata a Como e che soprattutto domenica prossima ospiterà in casa Taranto.

Sebbene la classifica sia dalla parte del Cras (rossoblù con 20 punti in più sulle perugine), che vanta il secondo attacco (70 punti a match) e la terza difesa dell’A1 (57,7 punti subiti di media), oltre che il primato globale nel tiro da tre (40,24%) e nei rimbalzi (36,6 a match), alla vigilia il tecnico Roberto Ricchini invita le sue ragazze «a tenere le antenne dritte, perché Umbertide è squadra orgogliosa, che ha spennato Faenza in casa con un secondo tempo ottimo. Dobbiamo giocare da Cras, ritrovando l’adrenalina agonistica, che sarà indispensabile in chiave europea».

Siccardi e Batkovic sono date in recupero, con le noie fisiche sostanzialmente superate nelle ultime ore. «Purtroppo – sottolinea Ricchini – rinuncio nuovamente ad una quarta lunga, visti i problemi alla schiena di Prado. Al suo posto confermo l’interessante giovane Oliva». Taranto pronto, dunque, anche con il suo pubblico che fa le prove generali per la partita della storia contro Galatasaray.

UMBERTIDE, SALVEZZA CERCASI - All’andata Umbertide difese l’orgoglio perdendo di appena nove lunghezze contro Taranto. Rispetto ad allora la squadra di Lorenzo Serventi (tecnico avvezzo al basket femminile) ha perso una importante pedina del centro come Brown, finita a Viterbo. Al suo posto il pivot spagnolo “adattato” Maria Nieves Llamas Pajuelo, ex nazionale iberica, che sinora nelle sue prime quattro partite italiane ha assicurato una media di 4,8 punti e 3,3 rimbalzi a match.

Più sostanzioso il trend della peperina collega dell’area, l’americana Courtney Willis, che assicura 8,9 punti e 6,7 rimbalzi a match. Distintivo di una squadra che dalle straniere ricava tanto, viste le medie assicurate dalle esterne Hodges (15,6 punti) e Callens (13,8). La loro imprevedibilità è un’altra caratteristica della Liomatic, che dal mercato di riparazione ha pescato una buona guardia come Masha Maiorano (giunge da Schio, assicura 5,5 punti a gara), che si affianca ad una “piccola” talentuosa come Chiara Rossi, bella sorpresa della serie A1, che si interscambia in regia con l’esperta Valeria Battisodo.

Umbertide tenta l’impossibile a Taranto, con l’obiettivo di chiudere nella miglior posizione in vista dei playout-permanenza. Solo un miracolo può permettere alla squadra di Serventi di difendere la categoria senza passare dalla lotteria degli spareggi.

LE FORMAZIONI - Liomatic Umbertide: Battisodo, Maiorano, Hodges, Callens, Willis; Rossi, Bonaldo, Rubino, Llamas Pajuelo, Giorgi. All. Serventi. Cras Taranto: Zimerle, Mahoney, Sauret-Gillespie, Godin, Batkovic; Bello, Siccardi, Greco, David, Oliva. All. Ricchini. Arbitri: Pecorella di Trani (Bari) e Binda di Ancona.

MEDIA - La diretta radiofonica della partita Taranto-Umbertide sarà garantita dall’emittente media partner Radio Città Bianca. La sfida di campionato, si potrà ascoltare non solo attraverso le frequenze del canale (92.5 mHz per il brindisino e 94.2 mHz per il tarantino) ma anche direttamente sul sito web della radio, ovvero www.radiocittabianca.com. Lunedì sera, poi, attorno alle 23, dopo la puntata “Basket Time”, l’emittente media partner Bs Television trasmetterà in differita la partita.

FINALE EUROPE CUP - Intanto, prosegue la prevendita per la finale di andata di Europe Cup di basket femminile Cras Taranto-Galatasray Istanbul, in programma giovedì 2 aprile alle 20,30 al PalaMazzola. A riguardo il Cras inaugura la formula “famiglia”, caratterizzata da un biglietto intero a genitore, che avrà diretto ad un ingresso omaggio per un bambino di massimo dieci anni. Biglietto ridotto a 4 euro, invece, per over 65, minorenni e studenti. Il biglietto intero è di 7 euro. Il fine è di colorare il PalaMazzola con le famiglie, che da sempre seguono con passione le vicende del Cras.

Vendite ed informazioni presso la segreteria del Cras sita presso il PalaMazzola di Taranto, ingresso via Venezia, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20. Infotel: 099-7797246. Per la finale di andata di Europe Cup varranno gli abbonamenti della stagione 08-09 del Cras, che permetteranno ai relativi possessori di godere del posto numerato presso l’impianto del PalaMazzola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione