Cerca

Cassano, assist da Buffon: «I campioni servono»

Il portiere della Nazionale parla in vista del doppio impegno di qualificazione al Mondiale 2010 prima in Montenegro (28 marzo) e poi a Bari contro l'Irlanda (1° aprile): «Se uno come Antonio si mette a disposizione della squadra e viceversa si crea una miscela esplosiva»
Cassano, assist da Buffon: «I campioni servono»
Gigi BuffonFIRENZE – «Per vincere servono i campioni e se uno come Cassano si mette a disposizione della squadra e la squadra è a sua disposizione si crea una miscela esplosiva». Lo ha detto Gianluigi Buffon parlando dell’esclusione del sampdoriano dalla Nazionale, facendo capire di essere pronto ad accoglierlo. «Cassano ha i mezzi tecnici per essere il numero uno – ha aggiunto Buffon -. Viene dipinto come uno che fa saltare gli equilibri, ma non è così. È un calciatore un po' anarchico e con lui servono compromessi ma a 27 anni ha l’esperienza per capire come si deve fare in uno spogliatoio. Per lui ci sono state parentesi non fortunate ma ora lo puoi solo apprezzare ed è uno che si fa voler bene». 

Smentita seccamente l’ipotesi che vorrebbe dietro la mancata convocazione di Cassano le lamentele dei senatori del gruppo azzurro, insoddisfatti dal comportamento del giocatore durante gli ultimi campionati europei: «Antonio all’europeo si è comportato benissimo - le parole di Buffon - nel gruppo ci è stato bene, è chiaro che una due volte è andato sopra le righe, ma è un ragazzo, un esuberante, un’estroso. Nel momento in cui chiami Cassano sai che una 'cassanatinà ogni tanto gliela devi pur concendere, ma non credo che la decisione del Mister possa dipendere da un cattivo comportamento di Antonio agli Europei perché con noi si è integrato benissimo».

Il gruppo azzurro, dunque, non avrebbe alcun problema ad accogliere l’attaccante della Sampdoria: «Lui è l’erede naturale dei grandi fantasisti come Baggio, Del Piero e Totti. Poi, anche per la sua situazione sociale, lo abbiamo un pò tutti preso a cuore, anche con i suoi eccessi. Proprio per questo siamo pronti a castigarlo nel momento in cui eccede, ma anche a perdonarlo e a farlo sentire un campione. Per noi un Cassano al top - ha proseguito Buffon - è sempre un giocatore che può tornare utile. Per essere un numero 1 però lo devi dimostrare: il bagaglio ce l'ha, poi c'è da vedere nelle partite vere come riesce a comportarsi».

Per ora, però, Cassano è fuori dalla Nazionale. Non è stato convocato per il doppio impegno valido per le qualificazioni al Mondiale 2010 in Montenegro (28 marzo) e a Bari contro l'Irlanda (1° aprile). Proprio rispetto all'incontro che si giocherà al San Nicola e ai timori per una possibile contestazione dei tifosi, ha espresso un parere il direttore sportivo del Bari Giorgio Perinetti: «Mi auguro che non accada mai perché sarebbe una prova di immaturità che non contribuirebbe alla crescita del nostro pubblico che sta tornando allo stadio in massa per aiutare il Bari. La Nazionale va sempre sostenuta al di là di chi scende in campo. Ha ragione Lippi – continua il ds dei pugliesi – quando dice di non poter convocare un giocatore per questioni geopolitiche. Cassano è un grande talento e dispiace non vederlo in azzurro, ma quando una Nazionale ha un obiettivo come i Mondiali credo sia giusto che Lippi faccia le sue scelte che sono difficili e sofferte, e riguardano soprattutto la necessità di creare un gruppo e non di esaltare un singolo».

Il secondo giorno di raduno degli azzurri, a Coverciano, è cominciato con un allenamento in cui il ct Marcello Lippi ha deciso di dividere il gruppo in due parti facendo lavorare assieme i probabili titolari per la sfida di sabato contro il Montenegro a Podgorica. Su uno dei campi del Centro tecnico federale hanno svolto lavoro atletico Buffon, i difensori Zambrotta, Cannavaro, Chiellini e Grosso, i centrocampisti Palombo, De Rossi e Pirlo, gli attaccanti Quagliarella, Di Natale e Iaquinta. Questi undici sono gli stessi che, nell’allenamento pomeridiano di ieri erano stati provati da Lippi per una possibile formazione titolare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400