Cerca

Il Coni di Bari prepara un’estate ricca

Una miriade di progetti finalizzati a promuovere lo sport, dalla scuola alle circoscrizioni. A cominciare dal progetto Giocosport che sta interessando le scuole di Bari, Mola, Acquaviva, Palo, Bisceglie, Canosa e Adelfia. La festa finale è in programma il 2 aprile
Il Coni di Bari prepara un’estate ricca
Ragazzi sugli spaltiBARI - Una miriade di progetti finalizzati a promuovere lo sport, dalla scuola alle circoscrizioni. Per il Coni provinciale è tempo di bilanci. Le iniziative, oramai in dirittura d’arrivo, cioè quasi al termine della stagione, sono tante. A cominciare dal progetto Giocosport che sta interessando le scuole di Bari, Mola, Acquaviva, Palo, Bisceglie, Canosa e Adelfia. La festa finale è in programma il 2 aprile allo stadio della Vittoria. Quindi, il progetto Giochi della gioventù. Sono state coinvolte 44 scuole di primo grado (13 a Bari e 31 della provincia) per un totale di 13.642 alunni. Il 20 maggio si terrà l’evento finale per le scuole del capoluogo, il 21 per quelle dell’hinterland. Appuntamento, per tutti, sul campo scuola Bellavista.

Da segnalare, inoltre, il contributo dato per la realizzazione dei Giochi sportivi studenteschi; i raduni mono-disciplinari con quattro federazioni (badminton, canottaggio, ginnastica e hockey). L’elenco di iniziative è lungo. Domenica 19 aprile, sul campo Bellavista, la festa delle Olimpiadi di Bari, tra le nove circoscrizioni (calcio, basket, volley, vortex, salto in lungo, staffetta 4x100 e pallamano). Da non dimenticare i tornei tra le scuole di secondo grado di Bari di pallavolo femminile o di calcio maschile (memorial Favia) tra i licei di Bari con finali (10 maggio) allo stadio della Vittoria e (13 maggio) al palasport di Carbonara. Per il periodo estivo, ecco il campo presso il parco di largo 2 giugno (8 giugno-31 luglio) con attività rivolte ai ragazzi dai 6 ai 12 anni la mattina, e agli adulti con pilates e danza sportiva, il pomeriggio. Il Coni provinciale, in tutti i progetti, mette a disposizione gratuitamente istruttori, assistenza sanitaria, materiale didattico. Un’occasione, forse poco conosciuta da scuole e istituzioni, ma da non perdere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400