Cerca

Sfiorata la rissa in Potenza-Juve Stabia

La gara di Prima divisione è cominciata con cinque minuti di ritardo per le conseguenze del lancio di decine di palle di neve dal settore occupato dagli ultras di casa verso il portiere campano Soviero. Nel parapiglia coinvolto anche il patron dei lucani Postiglione
Sfiorata la rissa in Potenza-Juve Stabia
POTENZA – La partita Potenza-Juve Stabia (Prima divisione, girone B, terminata 1-0) è cominciata con cinque minuti di ritardo oggi pomeriggio, a Potenza, perchè si è sfiorata la rissa in campo per le conseguenze del lancio di decine di palle di neve dal settore occupato dagli ultras rossoblù verso il portiere campano, Salvatore Soviero, rimasto illeso. 

I lanci da parte degli ultras del Potenza sono cominciati quando Soviero – ammonito nel secondo tempo per un fallo su un avversario commesso a centrocampo, quando la Juve Stabia voleva recuperare lo svantaggio – è andato ad occupare la porta. Il portiere è stato avvicinato dal proprietario del Potenza, Giuseppe Postiglione, che lo ha invitato a smettere di lamentarsi con l’arbitro per le palle di neve lanciategli contro. 

A quel punto è cominciato un breve parapiglia, durante il quale Postiglione è anche caduto pesantemente a terra. La partita – risolta dal potentino Mangiapane al 37' della ripresa – è stata a tratti nervosa, con due espulsioni (Nolè per il Potenza e Ametrano per la Juve Stabia), entrambe per doppia ammonizione, e diverse ammonizioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400