Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 06:47

Conte: «Adesso dobbiamo battere il Cittadella»

L'allenatore del Bari ha dimenticato le questioni arbitrali e pensa al Cittadella, avversario nella gara di serie B, valida per il trentaduesimo turno, in programma al San Nicola alle ore 16: «Questa partita può nascondere delle insidie»
Conte: «Adesso dobbiamo battere il Cittadella»
Antonio Conte, tecnico del BariBARI - «Ho già dimenticato le polemiche, nella mia carriera ho imparato che nelle delusioni bisogna sempre voltare pagina. Guardare indietro non serve a niente e a nessuno. Il discorso è chiuso, la società si è fatta sentire ed ha fatto bene. Stop, adesso dobbiamo pensare al Cittadella».

Antonio Conte non vuole tornare sulle polemiche scaturite al termine del match di martedì scorso dopo il gol annullato al Bari contro il Grosseto. «Il pareggio ottenuto contro i toscani è stato demerito nostro, quando l’avversario lo hai alle corde devi schiacciarlo e non permettergli di farlo rialzare – spiega il tecnico del club pugliese – adesso guardiamo al prossimo avversario, contro il Cittadella dovremo essere bravi perché loro stanno dimostrando che in trasferta non hanno timori. Hanno pareggiato contro Livorno e Vicenza e vinto contro l’Empoli, dunque non è gara che dobbiamo sottovalutare. Non dobbiamo farlo noi e non devono farlo nemmeno i nostri tifosi. Devono venire allo stadio per incitarci dal primo fino al 95' sapendo che questa gara può nascondere delle insidie. Hanno dei giocatori importanti come Meggiorini davanti e Iori il metronomo del gioco – chiude Conte – ripeto è una gara che non dobbiamo prendere sotto gamba. Vogliamo i tre punti per continuare a stare lassù, dobbiamo tenere il ritmo alto».

Per la gara contro il Cttadella itecnico Conte ha inserito nella lista dei convocati il centrocampista Edusei, ma dovrà fare a meno della punta Caputo (fermato dall’influenza) e Donda (convalescente dopo una operazione per una appendicite). Torna in panchina l’attaccante Colombo, reintegrato dopo la querelle del mancato trasferimento (concluso un mese dopo) di Volpato al Piacenza.


Intanto, è tornato alla capienza originaria di 58.270 spettatori lo stadio San Nicola di Bari. Nel corso di un sopralluogo fatto stamane, la Commissione provinciale di vigilanza ha verificato la messa in funzione dei nuovi 13 tornelli a lettura ottica: sale così a 54 il numero dei varchi attraverso i quali i tifosi potranno accedere allo stadio. I

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione