Cerca

Giovedì 26 Aprile 2018 | 23:23

Il bilancio

Bari, niente soldi dalla banche
il 30 giugno è un crocevia

Servono altri soldi: o va in serie A o dovrà fare cassa con il mercato (Galano, Henderson e Anderson)

x «Farò di tutto per aiutare la società»

Cosmo Giancaspro

MASSIMILIANO SCAGLIARINI

Dopo aver chiuso il bilancio al 30 giugno 2017 con perdite per 5,3 milioni, versando 2,9 milioni di denaro fresco il Bari ha guadagnato - nei fatti - tre mesi di tempo. Ma entro il prossimo 30 giugno il nodo dei soldi dovrà sciogliersi, e sarà un bivio: o vince il campionato e mette le mani sui diritti televisivi della serie A, oppure la società sarà costretta a fare cassa attraverso il mercato. Se i rubinetti delle banche restano chiusi e il socio di maggioranza Mino Giancaspro non ha più riserve proprie cui attingere, non ci sono altre soluzioni.

L’ultimo bilancio contiene elementi in forte chiaroscuro. Da un lato ci sono perdite (consistenti) in decremento rispetto all’anno precedente, con accantonamenti importanti (3,5 milioni) a fronte di contenziosi (Infront su tutti) che se risolti potrebbero dare sopravvenienze attive. Dall’altro, come rilevato dai revisori, ci sono poste attive incerte che possono aver contribuito a rendere il «rosso» meno pesante: crediti per sponsorizzazioni già scaduti per 3,9 milioni, altri 1,16 milioni di fatture da emettere per la cartellonistica dello stadio su cui è stata rilevata «una sostanziale incertezza in merito al loro presumibile realizzo», qualche previsione un po’ ottimistica sul recupero delle imposte anticipate. Ma anche l’assenza dal bilancio, in qualunque forma, degli accertamenti emessi dal Comune per la tassa sui rifiuti non pagata: non sono atti esecutivi, è vero, ma trattandosi di milioni di euro da qualche parte dovrebbero pur stare.

In due stagioni il Bari ha accumulato perdite per 13 milioni, soldi che finora Giancaspro ha in gran parte garantito di tasca propria tramite la sua Kreare Impresa. Ma ha anche visto una crescita significativa dei debiti, passati in 12 mesi da 10 a 15,2 milioni, di cui quasi 4 verso l’erario: non ci sono debiti verso il sistema bancario, confermando che tutto si regge sui finanziamenti del socio. Nello scorso campionato, pur a fronte di una riduzione degli incassi da biglietteria e abbonamenti per 800mila euro, i biancorossi hanno aumentato i ricavi: merito dell’incremento dei trasferimenti di Lega e delle plusvalenze da mercato (la cessione di Rada, Castrovilli, Caturano e Lofoco ha garantito 1,3 milioni di euro).

Oggi i pezzi pregiati si chiamano Galano, Anderson e forse pure Henderson, ipotetiche cessioni che basterebbero a rimettere in sesto i conti. Ma è chiaro che questo comporterebbe un ridimensionamento e, allo stesso tempo, una revisione del progetto. È vero che Kreare Impresa, che controlla il Bari, è ancora piuttosto solida (12 milioni di patrimonio e utili per 3,6) ma a quanto sembra si sta finanziando attraverso cessioni di asset. E la società biancorossa oggi si trova nella situazione prevista dall’articolo 2447 del codice civile: a fronte delle perdite e di un capitale di 7,5 milioni, i versamenti di Giancaspro hanno riportato il patrimonio per circa 1,2 milioni, in positivo ma ben al di sotto del limite di legge. Dunque, entro il 30 giugno, qualcosa dovrà muoversi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Definiti playoff e playout è pronto il quadro completo

Definiti playoff e playout è pronto il quadro completo

 
Preziosi e l’idea Bari  un mare di suggestioni

Preziosi e l’idea Bari
un mare di suggestioni

 
Disordini Foggia PescaraDaspo di 3 e 5 ani per 3 tifosi

Disordini prima di Foggia-Pescara Daspo di 3 e 5 anni per 3 tifosi

 
Dilettanti: tutti gli scenari playoff e playout

Dilettanti: tutti gli scenari playoff e playout

 
Il Foggia punta ai playoff

Il treno playoff aspetta il Foggia. Cittadella crocevia

 
Il Bari punta sul riscatto di Floro Flores

Il Bari punta su Floro Flores finora attore non protagonista

 
Circolo tennis, la prima voltadi una donna alla presidenza

Circolo tennis Bari, la prima volta di una donna in 82 anni: Virgintino verso la presidenza

 
Gioia ko a Siena  sfuma la finalissima

Gioia ko a Siena
sfuma la finalissima

 

MEDIAGALLERY

Scritte No Tap sul muro della chiesa identificati e denunciati due anarchici

Denunciati due anarchici per le scritte No Tap sul muro della chiesa Video

 
CANALE REALE VIDEO

Centro ricerca sul plasma nell'ex ospedale psichiatrico di «Villa Romatizza»

 
Presa la coppia della spaccatenel Leccese: lei si travestiva da uomo

Presa la coppia della spaccate nel Leccese: lei si travestiva da uomo

 
Joseph Ratzinger,Papa Benedetto XVI, a Bari

Il saluto di Papa Benedetto XVI per il Congresso eucaristico a Bari

 
Giovanni Paolo II, Papa Wojtyla, a Bitonto

Giovanni Paolo II a Bari e Bitonto: parla agli agricoltori

 
Taranto, rapinatori seminano terrore in gioielleria e spaccano le vetrine

Taranto, rapinatori seminano terrore in gioielleria e spaccano le vetrine

 
Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

 
Lecce, bullismo a scuola

Lecce, bullismo a scuola

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Ambiente, record di microplastiche nel mare Artico

Ambiente, record di microplastiche nel mare Artico

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Italia TV
Begamo: e' nato Pancio, il rinoceronte bianco

Begamo: e' nato Pancio, il rinoceronte bianco

 
Meteo TV
Previsioni meteo del weekend

Previsioni meteo del weekend

 
Calcio TV
Tifoso Liverpool ferito e' in coma,2 romanisti arrestati

Tifoso Liverpool ferito e' in coma,2 romanisti arrestati

 
Spettacolo TV
La bugia in commedia

La bugia in commedia

 
Economia TV
Facebook chiude trimestre sopra le previsioni

Facebook chiude trimestre sopra le previsioni