Cerca

Mercoledì 17 Gennaio 2018 | 21:16

Molestie: Dustin Hoffman, altre tre donne lo accusano

Molestie: Dustin Hoffman, altre tre donne lo accusano

New York - Ancora accuse di molestie sessuali contro Dustin Hoffman e ancora una volta il protagonista del "Laureato" viene tirato in causa per aver allungato le mani su ragazzine minorenni. In esclusiva su Variety, tre donne hanno messo il divo sul banco degli imputati, tra queste Cori Thomas, all'epoca compagna di classe di Karina, la figlia dell'attore. La Thomas ha raccontato a Variety l'esperienza che a 16 anni le ha cambiato la vita. Con lei Melissa Kestner, all'epoca neolaureata quando l'oggi ottantenne attore le prese la mano e la ficco' nei pantaloni durante la registrazione di un audio per il film "Ishtar" e una terza donna, che ha chiesto di restare anonima raccontando a Variety di un assalto sui sedili posteriori di una limousine. Un avvocato di Hoffman, Mark Neubauer, ha definito le accuse "falsita' diffamatorie". Le donne non sono le prime: l'attore e' stato accusato di molestie dall'assistente alla produzione di "Morte di un Commesso Viaggiatore" Anna Graham Hunter, che all'epoca aveva appena 17 anni, e solo la scorsa settimana dall'attrice Kathryn Rossetter. Cori Thomas ha deciso di uscire allo scoperto dopo gli attacchi alla credibilita' di Anna Graham Hunter. "Mi sono riconosciuta nella sua storia". La donna, figlia dell'allora ambasciatore della Liberia all'Onu, ha raccontato che nel 1980, quando frequentava il liceo della United Nations International School di New York, aveva passato il pomeriggio con Karina e Dustin passeggiando tra librerie, ristoranti e il San Remo, il palazzo dove l'attore, in corso di divorzio dalla prima moglie Anne Byrne, stava comprando un appartamento: "Comincio' come il giorno piu' importante della mia vita", ha scritto la donna, oggi una commediografa emergente e autrice di un dramma ambientato tra i detenuti di San Quintino. I genitori di Cori avrebbero dovuto passare prenderla al ristorante, Hoffman suggerì invece che andassero tutti all'albergo dove era alloggiato in attesa di entrare al San Remo. Karina ando' casa, perche' doveva finire i compiti e Cora resto' sola nella stanza. E li' successe il fattaccio. L'attore ando' a fare una doccia e torno' con indosso solo un asciugamano che all'improvviso si tolse facendosi vedere nudo. Hoffman si mise poi un accappatoio e invito' la ragazzina a massaggiargli i piedi chiedendole ripetutamente se voleva di nuovo vederlo nudo. L'incubo fini' quando la madre di Cori arrivo' a prendere la figlia. "Non dissi niente per anni", ha detto la donna a Variety: "mi vergognavo e non volevo imbarazzare la mia amica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione