Cerca

Sabato 16 Dicembre 2017 | 10:21

NEW YORK

Metropolitan rifiuta censura Balthus

Petizione chiede censura, "romanticizza sessualità adolescenti"

Metropolitan rifiuta censura Balthus

NEW YORK, 6 DIC - "Therese che sogna", un dipinto dalla forte carica erotica del pittore francese di origine polacca Balthus, resterà appeso nelle sale del Metropolitan Museum di New York. Il quadro del 1938 mostra una adolescente seduta su una sedia a gambe spalancate. Una petizione che ha raccolto oltre ottomila firme aveva chiesto al museo di rimuoverlo in quanto "romanticizza il voyeurismo e la sessualizzazione di una bambina". La richiesta al Met di ritirare il Balthus era arrivata in giorni in cui gli Usa da settimane, sulla scia dello scandalo Harvey Weinstein, sono investiti da polemiche sulle molestie sessuali: in alcuni casi clamorosi come quello del candidato senatore dell'Alabama Roy Moore, in cui teenager sarebbero state le vittime. La petizione era stata lanciata da una donna di New York, Mia Merrill, sul sito care2. Il fascino esercitato dalle ragazzine su Balthus non e' nuovo - il quadro del 1934, "Lezione di Chitarra", e' famoso a questo proposito - ma rappresenta una parte integrante del lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione