Cerca

Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 06:42

ROMA

Winckelmann, il tesoro antico di Roma

Da domani Capitolini celebrano fondatore archeologia moderna

Winckelmann, il tesoro antico di Roma

ROMA, 6 DIC - Insuperato studioso delle antichità, fondatore della moderna archeologia Joachim Winckelmann, di cui si celebrano i 300 anni dalla nascita, è al centro di una grande mostra ospitata da domani al 22 aprile ai Musei Capitolini, nelle Sale di Palazzo Caffarelli, le Stanze Terrene di Sinistra del Palazzo Nuovo e le Sale del Palazzo Nuovo. Esposte 124 opere, molte delle quali di nuovo a Roma dopo secoli, che, affiancate da applicazione virtuali, sono in grado di ricreare l'allestimento di statue e reperti che tanto colpì Winckelmann al suo arrivo nella città eterna dove rimase 13 anni. I Musei Capitolini, ha ricordato Claudio Parisi Presicce, curatore con Eloisa Dodero della rassegna (dal titolo 'Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento'), hanno costituito infatti il primo esempio di museo moderno in Italia e in Europa, grazie alla lungimiranza di papa Clemente XII, che, nel 1733, portò lì le 416 sculture acquistate con la collezione Albani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione