Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 08:45

DOMODOSSOLA (VCO)

Cellulare fiction è loro, minacce coppia

Costretti a rivolgersi a legale, siamo stati anche minacciati

Cellulare fiction è loro, minacce coppia

DOMODOSSOLA (VCO), 13 NOV - Di finto il numero di cellulare apparso nella fiction di Canale 5 Rosy Abate non aveva nulla. E dopo la prima puntata della serie, in onda ieri sera, gli intestatari del telefono - una giovane coppia di Domodossola - hanno iniziato a ricevere una telefonata dietro l'altra. Insulti e minacce, anche nel cuore della notte, tanto da essere costretti a rivolgersi al loro legale, l'avvocato Gianni Vicini. "Abbiamo paura, io sono anche all'ottavo mese di gravidanza e stanotte non ho chiuso occhio", racconta la donna, che vive con il futuro padre di suo figlio nel capoluogo Ossolano. Quello che è il loro numero di telefono da tredici anni è comparso, inspiegabilmente, in un biglietto che la protagonista della fiction si trova sull'auto. "Abbiamo scritto a Mediaset, per capire come possa essere successa una cosa simile. Aspettiamo una risposta", dice la donna. "C'è chi ci ha dato dei mafiosi, chi ci ha minacciato - conclude - altri invece pensavano fossimo della produzione tv. Un vero incubo...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione