Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 15:54

ROMA

Moccia, Non c'è campo, ma si vive meglio

In sala la teen-comedy con Incontrada e Gianmarco Tognazzi

Moccia, Non c'è campo, ma si vive meglio

ROMA, 23 OTT - Ad aprire la strada è stato il film di Paolo Genovese 'Perfetti sconosciuti', da allora il telefonino è entrato piano piano nel cinema italiano fino alla sua celebrazione in 'Non c'è campo', teen-comedy targata Federico Moccia in sala dal 1 novembre con Koch Media. È infatti proprio lui, il cellulare, con i suoi social, la messaggistica di tutti i tipi, il vero motore di questa commedia che mette in scena il panico 2.0 che si prova quando il proprio telefono non è più operativo: "neppure una tacca" è la frase-tormentone di 'Non c'è campo'. Laura (Vanessa Incontrada) è una professoressa di liceo, sposata con Andrea (Gianmarco Tognazzi), che insieme a una sua collega, Alessandra (Claudia Potenza), si trova ad accompagnare i suoi allievi ad una visita culturale nello studio di un artista di fama internazionale, Gualtiero Martelli (Corrado Fortuna). Me c'è un problema: lo studio dell'artista è a Scorrano, provincia di Lecce, un paesino dove non c'è segnale, ovvero il cellulare non prende.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione