Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 23:20

ROMA

Chadha racconta indipendenza dell'India

A 70 anni dalla 'partizione' in sala il film passato a Berlino

Chadha racconta indipendenza dell'India

ROMA, 13 AGO - I tumultuosi anni della fine dell'impero britannico in India. La storia d'amore tra due giovani, la musulmana Aalia e l'induista Jeet, che sfida le convenzioni e il destino nel maestoso palazzo dell'ultimo viceré, Louis Mountbatten. A 70 anni dall'indipendenza indiana (15 agosto 1947), la regista Gurinder Chadha ('Sognando Beckham') ricostruisce il momento politico e diplomatico che portò alla partizione dell'India nel film 'Il palazzo del viceré', già passato al Festival di Berlino e in arrivo in sala dal 12 ottobre con Cinema. Nel cast Hugh Bonneville (Downton Abbey) e Gillian Anderson (X-Files). E' il 1947 e dopo 300 anni il dominio dell'Impero Britannico in India si avvicina alla fine. Il nipote della Regina Vittoria, Lord Mountbatten, con la moglie e la figlia, si trasferisce per sei mesi nel Palazzo del Viceré a Delhi. Il suo delicato compito, come ultimo viceré, è quello di accompagnare l'India nella transizione verso l'indipendenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione