Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 11:56

ROMA

Esposito, vegano prima di Okja

Parla l'attore italo-americano di 'Breaking Bad'

Esposito, vegano prima di Okja

ROMA, 19 GIU - Forse per molti il nome Giancarlo Esposito potrebbe dire poco, per altri invece è un mito assoluto. Si potrebbe chiamare questo 'effetto Netflix', perché l'attore, oggi a Roma per presentare Okja il film di Bong Joon già passato a Cannes non senza polemiche per la mancata uscita in sala, per molti è soprattutto Gus lo spietato signore della droga di Breaking Bad e protagonista poi dello spin-off Better Call Saul. Due delle serie targate Netflix più gettonate, ma che offre ovviamente i suoi contenuti solo agli abbonati. Esposito, 59 anni, padre napoletano e madre cantante lirica afro-americana, in Okja (disponibile su streaming dal 28 giugno) fa sempre un cattivo, esattamente Dawson assistente della imprenditrice Mirando (Tilda Swinton), alle prese con il progetto di un tenerissimo supermaiale destinato però a diventare salsicce, un film che a Cannes ha convertito al vegetarianesimo chiunque l'abbia visto, ma per lui questo non è un problema:''sono vegetariano da oltre dieci anni e da due anni vegano''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione