Cerca

Martedì 12 Dicembre 2017 | 17:14

ROMA

Fabrizio Bosso, ricerca suono senza fine

Il trombettista è in tour con il nuovo album "State Of The Art"

Fabrizio Bosso, ricerca suono senza fine

ROMA, 20 APR - "La ricerca del suono non finisce mai" per Fabrizio Bosso. Il trombettista che suona da quando aveva 5 anni ha pubblicato da poco il suo doppio album "State Of The Art", registrato dal vivo durante i concerti dell'anno scorso a Roma, Tokyo e Verona. Un'istantanea di una nuova fase di sperimentazione e, insieme, di ritorno alle radici nella carriera di Bosso: se il trombettista è conosciuto principalmente per il suo talento nell'improvvisazione e per le sue incursioni nella musica pop - attraverso le collaborazioni con artisti come Tiziano Ferro, Nina Zilli, Baglioni, Cammariere - nell'ultimo lavoro emerge chiara la sua vena di compositore, riconoscibile nei brani Rumba For Kampei, Mapa, Black Spirit, Dizzy's Blues, Minor Mood. Senza dimenticare, però, gli standard del jazz, che continua a suonare nel tour che non è mai terminato e che lo porterà a Roma il 26 aprile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione