Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 21:42

ROMA

Loren commossa a camera ardente Scola

Da Napolitano a Boldrini, da Virzì a Taviani per ultimo saluto

Loren commossa a camera ardente Scola

ROMA, 21 GEN - E' arrivata anche Sophia Loren alla camera ardente di Ettore Scola allestita alla Casa del Cinema di Roma. L'attrice, pantalone nero con foulard beige, è salita discretamente da uno degli ascensori interni ed è entrata in sala Deluxe, dove si trova il feretro del cineasta con su lo sfondo su un grande schermo le sue foto sul set e nella vita. Sophia Loren si è fermata a parlare e ad abbracciare le figlie di Scola, Paola e Silvia, e la moglie Gigliola, scambiando anche un saluto con Erminia Manfredi. Uscendo l'attrice, accompagnata tra gli altri da Enrico Lo Verso, ai giornalisti ha detto solo: "Per l'emozione non riesco a parlare". Alla camera ardente tanti volti del mondo del cinema, da Paolo Virzì a Ricky Tognazzi a Paolo Taviani, e della politica, da Laura Boldrini a Giorgio Napolitano. ''Conoscevamo naturalmente la grandezza di papà, ma ci ha stupito questo amore planetario per lui che è arrivato da tutte le parti, anche da paesi come gli Stati Uniti, la Francia, la Germania", ha detto Silvia Scola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione