Cerca

In 'I am not your Negro', il destino Usa

Applausi al festival per docu di Peck che sfida Rosi agli Oscar

In 'I am not your Negro', il destino Usa

(ANSA) BERLINO 15 FEB - "La storia dei negri americani è la storia stessa dell'America. E non è una storia bella". È quello che dice in un'intervista in 'I Am Not Your Negro' di Raoul Peck lo scrittore statunitense di colore James Baldwin, morto nel 1987, che ha ispirato questo documentario passato alla Berlinale e candidato agli Oscar (sfiderà Fuocoammare di Rosi). L'opera si basa sul libro rimasto incompleto dello stesso Baldwin,'Remember This House' e ha la voce narrante di Samuel L. Jackson. Nel film, che uscirà in Italia marzo per Feltrinelli Real Cinema in collaborazione con Wanted, una documentazione monstre di tutto l'immaginario cinematografico, iconografico e politico che l'America dal cuore razzista ha dedicato ai neri nel corso di tutta la sua storia. E ancora nel docu, molto applaudito alla prima stampa, le rivolte dei neri, i pestaggi della polizia e le morti eccellenti. Il regista ha utilizzato gli appunti del libro di James in cui si affrontavano le morti di Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King Jr.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione