Cerca

ROMA

Nicolai Lilin, galera non è vero inferno

Scrittore introduce serie Crime+Investigation da domani su Sky

Nicolai Lilin, galera non è vero inferno

ROMA, 18 OTT - Ha vissuto il carcere, ha raccontato nel suo ultimo romanzo, 'Spy Story Love Story', la deviazione e la nascita di nuovi mostri. Nicolai Lilin, l'autore bestseller di 'Educazione Siberiana' non poteva non essere sensibile alla serie di Crime+Investigation che vede otto persone innocenti infiltrate sotto copertura nel penitenziario di massima sicurezza di Clark County, nell'Indiana. E infatti lo scrittore russo naturalizzato italiano ha accettato di introdurre gli episodi della seconda stagione dell'esperimento sociale 'I miei 60 giorni all'inferno', in onda da domani alle 22.00 solo su Crime+Investigation (in esclusiva su Sky al canale 118). "Il vero inferno non è il carcere. La vita carceraria è un traino attraverso cui viene data allo spettatore la rara possibilità di osservare la debolezza della nostra società moderna, distrutta dal consumismo e da altri eccessi" dice all'ANSA Lilin che sta per finire un libro di fiabe, in uscita a Natale, e lavora a un soggetto che diventerà una trilogia e serie tv.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400