Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 05:42

ROMA

Altaroma, Divina Marchesa di Giada Curti

Ispirazione, Luisa Casati e le atmosfere Art Deco a Venezia

Altaroma, Divina Marchesa di Giada Curti

ROMA, 29 GEN - Atmosfere Art Decò a Venezia fanno da sfondo alla sfilata di Giada Curti che si é svolta in serata in un grande albergo romano, intitolata La Divina Marchesa. E' ispirata infatti alla Marchesa Luisa Casati la nuova collezione della stilista scoperta da Altaroma. Una donna iconica che ha vissuto la propria esistenza con il desiderio di divenire lei stessa un'opera d'arte, per mezzo del suo stile di vita e del suo aspetto. Musa di Boldini, amante di D'Annunzio, che la definì Coré, regina degli inferi, la marchesa Casati rappresentò un dedalo di eccentricità, occulto e magia in una spirale virtuosa. Per questo la sua figura sottile e dall' aspetto androgino, esaltava le creazioni concepite per lei da Paul Poiret, Ertè e Mariano Fortuny.In pedana, 21 creazioni, abiti fluidi, talvolta velati e impalpabili, trasparenti quel poco da creare scandalo nel pizzo rebrode' e nelle vestaglie satin. I colori vanno dal viola all'azzurro, dal talco al nero. Drammaticità negli strozzini di seta che circondano il collo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione