Cerca

Sabato 20 Gennaio 2018 | 16:14

Guardàti a vista dall’Inquisizione di santo pattume

Guardàti a vista dall’Inquisizione di santo pattume
di ALBERTO SELVAGGI

Zzz… Rooonf… «Solo vetro, solo plastica ferro e alluminio, carta» Ronf «Attenzione, Sì-No Organico - VIETATO». Zzz «Fioccano le prime multe». Zzz-zzz… Ronf-ronf. «Nuovi orari per il deposito dei rifiuti». Zzzz… Ronf - ronf… «Si rischia il carcere». Nooo, chi è, dove sono? «Chi differenzia ci guadagna». Chi parla, sono sveglio o sogno? «Leggere le apposite schede informative sui contenitori per la differenziata». Sto dormendo, lasciatemi in pace. «Occhio al colore, cittadino della Comune Barisien: giallo, verde, marrone... ». Basta, basta! «Elenco servizi, ubicazione dei centri di raccolta, modalità di conferimento del rifiuto… ». Che è ‘sto conferimento? «In via De Rossi sorpresi due residenti che avrebbero scassinato la serratura del bidone per il materiale organico». È un incubo! «Si consiglia di porre sempre la chiavetta apposita… ». Noo, nooo..! Non ho le chiavi! Sì, abitante. Non puoi più appisolarti in pace. Ciò che temevi si è avverato come un ritardatario- anticipatario orologio Rolex, mattone di acciaio che non ne azzecca una mai. Non sei un onironauta che ha fatto esperienza di sogno lucido guidato. Non sei uno skyzo che dà a se stesso parola da estraneo. Sei soltanto un barese avvezzo a scaraventare gragnole di cozze sgusciate e ventresche marce in pieno giorno, caduto nella ragna dell’Inquisizione del santo pattume. La tua vita è cambiata. Sei già incanalato nell’omologazione di scuola europeista, sì che dal balcone non potrai più centrare il cassonetto urlando: «Iè gol!».

Per le strade si respira un’aria strana. Nelle strettoie indigeribili della eco-civilizzazione si aggirano squadrati osservatori 666 del Comune del diavolo. Dimmi, getti più sereno alle 12,15 il sacchetto nel bidone a casaccio? Quel tal passante può essere una spia o un vigile urbano tramutato in umano. Il tuo collega un delatore. Rancore, invidia, competizione concorrono nella segnalazione infame: «Appostatevi verso le 15 in via… angolo… e vedrete che tutti i giorni il signor… prende dal negozio le frattaglie portate da casa e le butta in sito non assegnato». Dal conoscente che ti becca passando può piovere un rimprovero velato: «Eh, quanta fretta…».

Alcuni scaricano di notte. Altri fuoriporta, sopratutto ristoratori e pescivendoli esasperati. Parecchi dissimulano il sacchetto sotto buste di boutique o in borse Adidas. L’Inquisizione del santo pattume, come fu quella cattolica, è meno fanatica di quanto si suppone. Ma ha già cambiato le abitudini alimentando business mirati. Impazza come nuovo complemento casalingo il Poker della Bama rosso giallo grigio e blu, il più richiesto per la differenziata. Esaurito a Bari in molti negozi, lascia al momento il testimone alla Artplast modulare, Polymax da 40 litri, alle Classic tre vani a pedale, mentre Dea e Zyon, appreso della nouvelle vague, si attrezzano per il ricarico. Gli esteti rimediano con mobiletti a scomparsa Scik e Recycling, fino agli armadi da 160 euro, quasi guardabili. C’è una filosofia dell’arredamento anche nel pattume. Peccato che puzza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400