Cerca

Sabato 20 Gennaio 2018 | 20:07

Bari, la straordinaria campagna illegale

Bari, la straordinaria campagna illegale
di ALBERTO SELVAGGI

BARI - Analisi statistiche hanno calcolato un tempo massimo di 1’ 7.23’’ di «parabrezza nudo per auto», non appena le spazzole intruppate di biglietti elettorali venivano sfrondate: trascorsi 60 secondi, lo spazio entrava in possesso di altri assatanati. Sui 64’’ la «condizione di vacuità», intendendo con tale classificazione irrituale il tempo in cui l’individuo non è stato tormentato per strada o sul cesso da un candidato. Nel 100% dei casi la percentuale di «incoscienza ignota» dei votanti: nessuno ha mai visto né sentito nominare uno solo fra le migliaia di candidati a Bari.

Oggi tutto tace. Fermo biologico elettorale. Il niente è finito, anche se continua a cicalare: camion con manifesti parcheggiati nei punti nevralgici, ipnotisti sguinzagliati nei supermercati, sms, volti censurati dal controllo affissioni con bande bianche da condannati, snudati nel baluginare dell’alba, fiondate di santini compressi contro condomini arroccati o passanti fuggiaschi.

Perciò vi mostriamo che cosa abbiamo escogitato noi, illusionisti politici del partito della Rifondazione Ricottara. Nella fattispecie io, Capa Tonda, leader della crociata per il 25 maggio: la campagna elettorale totalmente illegale. Realizzata grazie alle facoltà cinetiche, mimetiche, molecolari, spastiche di chi come me è mezzo uomo e mezzo cartone animato.

Ho sempre avuto una fissa per il deretano del cavallo di Umberto I. E colà in piazza il mio volto sferico ho spiacciato. Conscio della devozione per San Nicola dei baresi veraci ho assunto il suo volto moro: effetto mistico elettorale. Idem nel tripudio d’un cesto di crudo di mare, incarnandomi nei limoni fra ricci e polpi arricciati. Niccolò Piccinni lo ho semplicemente decapitato sostituendo in piazza Massari la sua con la mia faccia, tanto nessuno sa se abbia partecipato ad Amici o diretto l’orchestra del vecchio Show di Maurizio Costanzo.

Alfine mi sono plasmato al portone del Comune di Bari. Sì da fornire un’ipotesi di incredibilità a ciò che incredibile sarà di fatto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400