Cerca

Martedì 23 Gennaio 2018 | 12:56

Se l’argentina Belen fa becca Emma da Aradeo

Se l’argentina Belen fa becca Emma da Aradeo
di ALBERTO SELVAGGI
Questa storia mi pare molto interessante. Per cui vi prego di seguirmi con attenzione. Esiste sulla terra un tizio chiamato Fabrizio Corona, paparazzo siculo. Esiste sulla terra una sgnacchera desiderata dal mondo, Belen Rodriguez, compagna del succitato tomo infelice e felice. 

Esiste sulla terra Emma Marrone, cantautrice salentina passata ai trionfi dall’indigenza. Esiste sulla terra Stefano De Martino, ballerino di «Amici« né «omo» né bisex, che stava per impalmare l’ugola vibrante pugliese. Ebbene, passa un giorno, passa pure la notte e Belen incorna il Corona catapultandosi sul giovane danzatore facendo becca al contempo anche la Marrone innamorata fedele.

Bene, da allora si può dire che in Italia siano cambiate molte cose: giornali, radio, web, televisioni. Né le terrifiche purghe di Monti, né le rampogne di Ratzinger temo possano più imprimere alle cose un indirizzo diverso. Abbiamo un cornuto dal fisico snello e dal ghigno scomposto, un’odalisca dal sorriso stampato sul viso, un ventiduenne fedifrago espressivo quanto una parete e una 27enne defraudata dagli occhi spenti.

Ma nella vicenda dobbiamo considerare altri due personaggi che hanno fatto davvero la differenza.

Maria De Filippi, una donna dalla voce simpatica, e che mi pare molto buona dentro, ha tenuto il dramma a battesimo: Emma l’ha partorita lei, mica la genitrice di Aradeo (Lecce), e tra le sue mani ha conquistato a Sanremo il secondo posto e poi il primo. L’affronto amoroso si è consumato nel suo studio televisivo. E lì si è invocato «l’incontro chiarificatore» tra Emma e Belen.

Alla De Filippi va aggiunto Facebook, il quale è una persona, come sappiamo bene: Emma ha affidato le sue lacrime a lui affinché le distribuisse al suo milione di amici. A lui vanno rivelando sensazioni e smentite gli altri protagonisti dell’affaire. Prova ne è che la De Filippi e Facebook si sentono spesso e decidono in concordia secondo strategie reciproche.

Corona è il modello filosofico morale dei ragazzi medi che si muovono come carte geografiche tatuate sotto camicie strette. È uno che ha fatto vangate di soldi, se li è sparati di brutto, è stato fermato con l’auto per varie infrazioni, ammanettato per altri motivi e tradotto al gabbione, cuccandosi tra un bordello e l’altro le più belle ragazze distanti dal sacramento confessionale dei preti.

Belen si è fatta un nome come fidanzata del calciatore Marco Borriello, ex di Nina Moric ex di Fabrizio, risultato positivo all’antidoping a causa di uno spermicida usato dall’argentina. L’ha quindi debitamente tradito per il presunto ricattatore dei vip. Ha tenuto la breccia scotennandosi con lo scalmanato in odor di galera. Poi pomiciando di brutto a Formentera (bello). Poi consumando alle Maldive rapporti completi en plein air (bello). Dietro suggerimento di Fabrizio ha fatto trasecolare le platee liberando la farfalla tatuata sull’inguine nella sortita sanremese: il giallo delle mutandine no o sì tenne banco per mesi. Si è consegnata ai devoti per sempre con un video porno condito di fellatio geometriche girato con il fidanzato di un tempo, incidente che ne ha accresciuto il valore di stima. E a 27 anni si è così garantita un mestiere inviolabile come le funzioni immaginative.

Stefano De Martino, 22 anni, ha il petto liscio dei polli privi di penne. Un ciuffo in testa e gli basta così. Muove incessantemente sotto i riflettori le braccia e le anche al ritmo di Amici. Probabilmente non si rende conto di cosa gli sia accaduto, e se è così con calma glielo spiegheremo. Ricorda forse soltanto di aver ballato corpo a corpo con la savia Belen nel serale della De Filippi. E il resto, se esiste, non è un suo problema.

Emma squaglia come cera piangente. Ragazza dalla pelle spessa, ha già sofferto anche per gravi problemi fisici: «Mi sento di merda», ha profferito alle telecamere della madrina catodica di Canale 5. Il suo ex Stefano la aveva già tradita con Giulia, danzatrice della cricca defilippese.

Bene; la storia, a questo punto, è quasi finita. Abbiamo esposto ed elencato il possibile. Mancano i personaggi chiave che muovono questo reality vero, ma non li conosco, perciò non li cito. Siete voi che leggete con attenzione di questa vicenda. Sono io che dietro il paravento della firma in grassetto la propina su pagamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400