Lunedì 23 Luglio 2018 | 02:27

W MichelEmiglién’ santo protettore di sorella cozza e fratello astice

Michele Emilianodi ALBERTO SELVAGGI

C’è un uomo che sta «soffrendo molto». L’ha detto venerdì cospargendosi di cenere il capo, l’ha scritto su Twitter, su Facebook e non so d ov ’altro. C’è un omone barbuto che piange per le spallate di una magistratura orbata (e dire che è retta da Antonio Laudati, che pure è tanto un bell’uomo), e per una pletora di giornalisti venduti, fascisti, contaminati, assetati di sangue emiliano, i quali meriterebbero di venire impiccati al balcone municipale. E per quale colpa?, domando. Rispondo: quattro spigolazze (aaàmh) ricevute in regalo da un tale, venti scampi (sgranoòcch’!), ostriche imperiali (ingooòll’!), cinquanta noci bianche (gnaàm!), cinquanta cozze pelose (risuùcch’, slàrp!), due chili di allievi (tiritòk), otto astici (auùm!), vino (glo-glo-glo), formaggi (gnac-gnac) e (gargaròzz’) cham bàgne. Qualche pennivendolo razzista sciovinista - pur se vota Sinistra ecologia e libertà - ha farneticato financo di subappalti familiari, incarichi, posti di lavoro, case scontate. Ma figurati se diamo retta a queste scempiaggini, che sono poi orpelli di una sostanza salmastra.

Perché tu, barese che non sei altro, ché forse che non te li mangi i frutti di mare? Ehi, dico a te, grandissimo figlio di una put... Tieni la faccia di dire che non ti infogni bocca e anse intestinali di bivalvi provenienti da aree poco soggette a monitoraggio? Eh? Ti sfido a dichiararlo abbasso al Comune di Bari, davanti a me, a tutti, allo sindaco se tieni lu coraggio. Vuoi dire che non rientri fra i pugliastri mutatisi in dimore stabili del virus HAV asintomatico d’epatite A? Mi vuoi dare a bere il fatto che non ti sei mai dibattuto sul vaso ceramico fronteggiando l’asse - dio di crampi ostinati, cefalee, mialgie, fiotti muriatici? Eh? E che ne sai tu quanto può aver patito gastroentericamente il nostro Michelemiglién’? Tu che mi fai tanto il moralista del cavolo. Ché forse ti fa schifo la gozza pelosa impestata? Disprezzi lo signor muscio?, il taratuffo, l’ostrica ansante, il cannolicchio, la noce linguacciuta o slavata, l’allievo, gli scampi buddhisti o carminio cardinali? E «u pulp»? E la schiuma di mare? E la ricotta, e gli appalti, e i porta- acqua dei voti imboscat…

No, scusa, questo non c’entra, non è di illazioni che voglio parlare. Ecco, desidero star vicino a un uomo che soffre, abbracciarlo, baciarlo (sì, lo voglio), cingerlo di microcosmico amore universale, come insegnava Ildegarda. Voglio battermi al fianco di un primus inter pares che nelle segrete di Palazzo di Città ove s’è confinato si flagella per causa di «un punto debole» soltanto, come ha scritto con le ditocce della sua mano sui network sociali: «I frutti di mare». 
NESSUNO TOCCHI LE GOZZE, NESSUNO TOCCHI MICHELIMIGLIÉN’! È chiaro? Voglio essere chiaro: dovrete passare sul mio cadavere, cani bastardi. Dio salvi gli allievi, Dio salvi Emiliano. 

Poi, questi Degennaro, o De Gennaro (altra ambiguità fuorviante), chi li conosce? Chi sono? Che sono? Che hanno fatto? Circa 487.000 lavori pubblici e ‘na fiumana di milionate? Dici? Sei sicuro? E le prove dove stanno? E se pure fosse, a te che ti frega? Ti voglio poi, quando Laudati interdirà la donazione testamentaria dei frutti di mare. Bell’uomo, Laudati, però, procuratore, mi scusi tanto, ma… Emiglién’ ha chiarito tutto. L’avete udito. Cosa inutile, tra l’altro: si sa che Pd, Margherita, il centrosinistra in generale sono aprioristicamente immuni da ladrocinio e bassezze umane. Il Comune ha costituito addirittura una commissione interna di indagine: prova di pulizia maggiore non è ipotizzabile. Senza dire che ho visto anche Onofrio Introna, Antonio Decaro (quello con la capa squadrata), Alberto Tedesco (occhio brillante), Ludovico Abbaticchio (pizzetto albo) scrofanarsi cassettoni di molluschi e crostacei. E i cronisti stessi ammenarsi sui doni devoluti dal sindaco nella conferenza stampa d’excusatio: vasi cinesi, citroni in ceramica. Siamo di Bari. Siamo citopatici. Siamo matrici di coltura germinale. E i Picornavirus, Vibrio Parahoemoliticus, la Salmonella non tifoide cozzala, il Vibrio Cholerae, Shigella Spp, Norovirus, Yersinia entero-colitica, Campylobacter Jejunii, Salmonella Typhi sono per noi parenti viscerali che non abbandoneremo mai.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS