Venerdì 20 Luglio 2018 | 07:08

«Io, vacillando come Gesù sulle scarpette a gondola»

gatto randagiodi ALBERTO SELVAGGI

Un bel dì l’osteopata mi manipola sul suo lettuccio: cric croc, gnic e... tràcchete. Ma non appena balza in piedi al grido di «vai, ci vediamo fra 15 giorni», noto un sorrisetto strano stendersi sulle sue labbra da gnomo. «Beh? Che c’è?», faccio. Ondeggia appena, i muscoli gli guizzano sotto i jeans nella conquista di un equilibrio insidiato da suole convesse come carene di gozzi. «Vedi queste scarpe?», indica. «Eh, brutte». «Devi comprarle, visto che non mi pare tu sia tipo da fare sport. Le metti ai piedi e cammini. Stop».

Così sono entrato in una realtà basculante condivisa da molti altri storpi, modaioli, da tante baresi che patiscono l’ideale della perfetta forma: polpacci, cosce, addome, fianchi, glutei. Le anti-shoes, phisiological footwear, riproducono la camminata africana sulla sabbia a piedi nudi e stanno invadendo con fogge aliene le vetrine dei negozi: da Japigia a Carrassi al Murat fino ai vicini Comuni. Da una settimana altri quattro esercizi le hanno sistemate in prima linea nelle esposizioni. E basta camminare a capo chino come Kafka al ritorno a casa con in mano la sporta rimediata dal ristoratore per rendersi conto che le aziende, ingrassatesi nel nord Europa e negli Usa, hanno trovato in Bari una delle migliori piazze del nuovo flusso: al supermercato becco una ragazza tentennante su zeppe che paiono portici, al cinema signori ballonzolanti sopra gusci gommosi, e non sto qui a farla lunga elencando altri siparietti beoti.

Le scarpe che «riducono il carico sulle articolazioni e i dolori», che «prevengono i problemi muscolo scheletrici e articolari e ne supportano la cura», che «migliorano l’equilibrio, aumentano il consumo di calorie, tonificano, scolpiscono e rassodano», costano. Dalle 100 alle 240 euro. Tirchissimo, ne scovo a prezzi stracciati su internet; sospettosissimo, chiamo la direttrice marketing del marchio più noto: «Le compro di lì così risparmio di brutto?». «Sono tutte contraffatte e non soggette a tutela per il consumatore: abbiamo sporto denuncia».

Peccato. Piango euro in negozio, calzo ‘sti specie di hovercraft, divento più alto, quasi quanto Berlusconi, ma «l’instabilità naturale» dei morbidi «sensor» inglobati dalle suole si trasmette a tutto il mio mondo interiore, come, suppongo, avvenga a tanti nelle prime prove. Scelgo il battesimo di sangue in «Gazzetta»: il peggiore. Entro vacillando come Gesù che porta la croce e incoccio in Michele Partipilo, caporedattore: «Cos’hai ai piedi? Sembri un omino del gioco del Subbuteo». «Ricordate il pupazzo “Ercolino sempre in piedi”?», rievoca il proto Andrea Novara. «Riesce a reggersi», osserva un operatore di collegamento.

Trotterello per il vasto salone, ogni tanto mi aggrappo a un computer, alla spalla di un giornalista seduto. Molti mi si fanno d’attorno: curiosità, stupore. Per piedi ho dei mostri. Si affaccia qualcuno degli uffici, dei piani di sotto. Sono un eroe. La collega Enrica Simonetti lascia la sua postazione, osserva il mio moto ondoso e incomincia a piangere dalle risate indicandomi a tutti: «Ti prego, mettiti le scarpe a gondola anche domani, mi fai letteralmente crepare». Mi tallonerà incessantemente, non me la scollerò fino all’ultima ora.

Offeso da Antonio Biasi («sei il solito rinco...»), vengo fermato da un collega non particolarmente progressista, serio in volto: «Attento, sculetti quando cammini con quelle cose».

Ma non mi sono pentito di nulla, mi sono adattato al bilanciamento variabile in pochi giorni. Le scarpotte basculanti giovano davvero al corpo. Frutto della modernità, sono uno dei rimedi parziali ai danni della «de-evoluzione» (mutamento della specie nell’ambiente tecnologico), come la psicanalisi, la new age, la deurbanizzazione, il biologico. E ricalcano in pieno l’ordine imposto: equilibrio, nessuno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS