Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 17:28

Concerti nel Policlinico di Bari

Un'occasione consolidata di incontro e di dialogo fra la cultura e l'ambiente ospedaliero. Il primo appuntamento venerdì prossimo all'interno della clinica Murri • Poesia, venerdì un incontro nel Tarantino
BARI - Un Cd di brani di musica interamente realizzato da una struttura sanitaria: è l'ultima iniziativa della Clinica Medica A.Murri, diretta dal prof.Giuseppe Palasciano, del Policlinico di Bari, che con l'arrivo dell'autunno ha deciso di dare nuovamente il via ai 'Concerti in Clinicà. Venerdì prossimo, alle 17, all'interno della clinica Murri si terrà infatti un concerto.
I Concerti - che si tengono all'interno della Clinica, e al quale assistono pazienti, medici, infermieri e chiunque voglia godere di un momento di spettacolo culturale - rappresentano un'occasione consolidata di incontro e di dialogo fra la cultura e l'ambiente ospedaliero. Da diversi anni la Clinica promuove il progetto 'Arte e Cultura in Ospedalè con l'intento di trasformare l'ospedale - si legge nella nota diffusa dalla Clinica - da semplice luogo di cura ad un complesso sistema sociale dove favorire la salute e il benessere dei pazienti. Tale problematica è stata compresa e fatta oggetto di iniziative culturalmente interessanti in diversi ospedali europei (inglesi e francesi), dove regolarmente vengono organizzati eventi artistici a favore dei pazienti e del personale sanitario.
La Clinica Medica 'A.Murrì ha sviluppato un proprio programma artistico e culturale che ha come momento privilegiato la realizzazione di concerti in clinica che vengono eseguiti con frequenza mensile.

Il 12 ottobre, alle 17, il programma riparte nella stessa clinica, con un concerto che vede protagonisti il soprano italo-argentino, Beatriz Fornabaio insieme alla pianista Loredana Paolicelli e al chitarrista Vito Nicola Paradiso. I tre artisti hanno realizzato diversi concerti per la clinica, e questa volta ritornano per un evento speciale. Durante il concerto verrà presentato un Cd realizzato dalla stessa clinica, che vuole essere "una prova tangibile delle manifestazioni artistiche realizzate, e al tempo stesso vuole costituire un esempio di come l'ospedale possa essere, anche, promotore di cultura". Gli artisti eseguiranno brani di autori spagnoli, sudamericani e partenopei e permetteranno di ascoltare dal vivo alcuni dei brani selezionati per il Cd.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione