Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 12:35

Il teatro dell'Est per le strade di Puglia

Presentata la stagione teatrale promossa da Cantieri Koreja, con il contributo della Provincia di Lecce e della Regione Puglia • La memoria al centro del teatro nel Salento
BARI - Con una anteprima nazionale che è previsto porti a Lecce dalla Serbia un gruppo di giovani attori rom in un adattamento dall''Opera del mendicantè di John Gay con la regia di Salvatore Tramacere, si inaugurerà il 16 novembre la stagione teatrale promossa da Cantieri Koreja, con il contributo della Provincia di Lecce e della Regione Puglia. Questa edizione dell'Opera del mendicante è stato già presentato con grande successo all'ultima edizione del prestigioso festival 'Bitef' di Belgrado: ancora qualche incertezza sulla presenza del gruppo a Lecce sussiste, tuttavia, per problemi nel rilascio dei visti.
Il progetto con i nomadi connota comunque vada - evidenziano i responsabili di Koreja - un cartellone che «guarda molto a ciò che si muove nell'area balcanica tra spinte verso il rinnovamento e nostalgie di un passato che non potrà più ritornare».
In prima nazionale saranno presentati anche altri spettacoli: 'Let's have sex!' del Teatro Nazionale del Montenegro (23 novembre), quello di teatro-danza 'Perhaps in a cafe' con la compagnia Ballo di Podgorica (30 novembre e 1 dicembre) e 'Sogno di una notte di mezz'estate' da Shakespeare che sarà portato in scena (15 e 16 febbraio), grazie al progetto di cooperazione 'Factory', da un cast di attori italiani e balcanici con la regia di Tonio de Nitto.

Per quanto riguarda le nuove produzioni della compagnia salentina, il cartellone propone 'La passione delle troiane' da Euripide con la regia di Salvatore Tramacere che coniuga il testo della tragedia greca con il tema della Passione di Cristo e con la tradizione grika del Salento (25 e 26 gennaio), 'Il colapranzi - A chi toccherà stasera?' di Harold Pinter (dal 13 al 17 dicembre nell'ambito del cartellone «Lecceteatro» e 18-19 dicembre nei Cantieri Koreja).
Il cartellone ospiterà anche produzioni pugliesi: il Teatro Minimo di Andria (19 gennaio) con 'Cyrano' di Michele Santeramo, la Compagnia Teatroscalo (Modugno) con 'L'amane'è diretto da Carlo Bruni (28 marzo) e, nella sezione 'Notturni', studi e work in progress di giovani attori e compagnie pugliesi come Fibre Parallele, Simone Franco, Motumus, Antonio Lanera e Saba Salvemini.

Ma la programmazione propone ancora danza contemporanea e musica con Antonella Bertoni (8 dicembre), Raffaella Giordano (23 febbraio) e Ninfa Giannuzzi in concerto con Tis Klei (sabato 15 marzo); il meglio del teatro classico contemporaneo con la compagnia 'Krypton' di Firenze, il Teatro Stabile di Sardegna (Cagliari), la Fondazione Pontedera Teatro (Pontedera), lo spettacolo di Else Marie Laukvik, attrice fra le prime dell'Odin Teatret di Eugenio Barba, 'I miei bambini di scena' (24 aprile), e altri appuntamenti prestigiosi con 'Il sacro segno dei mostri' (26 e 27 aprile) di Danilo Manfredini, le 'Sonate Bach' di Virgilio Sieni (2 e 3 maggio), con Barbara Toma in 'Orbata' (10 e 11 maggio) e con Ambra Senatore in 'Merce + altro piccolo progetto domestico' (17 e 18 maggio).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione