Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 16:51

Agenti pugliesi sventano furti a Firenze

Hanno individuato due borseggiatori che stavano «ripulendo» i turisti in coda per il bus. Sono intervenuti e hanno permesso l'arresto di un algerino pregiudicato
FIRENZE - Due poliziotti pugliesi, un vicequestore aggiunto e un assistente capo, hanno individuato e consentito l'arresto di un borseggiatore a Firenze.
I due poliziotti si trovavano in via dei Tintori quando hanno visto due persone che passeggiavano con un atteggiamento strano. A un certo punto i due si sono divisi, andando uno da una parte della strada e l'altro sul marciapiede opposto facendosi dei 'segnalì con mani e viso. Quando è arrivato l'autobus scoperto che accompagna i turisti in giro per Firenze, i due si sono riuniti - sempre osservati dai due poliziotti pugliesi - e mentre uno ostacolava la salita di una signora sull' autobus l' altro, con il giubbotto sul braccio, ha tentato di borseggiarla. I due poliziotti si sono qualificati e i due sono scappati in direzioni opposte: mentre l'assistente capo correva dietro a uno dei due (che poi è riuscito a fuggire), il vicequestore ha fermato l'altro, un algerino di 40 anni, pregiudicato. Dopo l' azione, i due poliziotti pugliesi hanno avvertito la questura di Firenze che ha provveduto a prendere in carico l'algerino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione