Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 23:58

Rose & fiori da Molfetta

Con l'acquisizione di un'azienda in Olanda, la Società pugliese Ciccolella si è attestata sui mercati internazionali come leader europeo nel commercio di fiori e piante
Shopping nella patria della floricoltura per Ciccolella, gruppo di Molfetta (Bari) attivo nella coltivazione di rose e di anthurium. La società ha siglato contratti per rilevare nei Paesi Bassi il 100% del Leliveld Group per 27,8 mln di euro e il 100% della Flower Plant Partners per 9,3 mln. Il primo è uno dei primi tre operatori olandesi nel commercio di fiori recisi e piante, con 700 dipendenti e un fatturato di 167 mln. Il secondo è tra i primi cinque, con 200 dipendenti e 138 mln di ricavi. Ciccolella diventerà così «il primo operatore europeo integrato nella produzione e distribuzione di fiori e piante».
L'importo massimo per le due acquisizioni è di 43,7 mln: verranno finanziate in parte per cassa e in parte utilizzando linee di credito fino a 135 mln erogate da un pool di banche (capofila è Unicredit). Il fatturato del gruppo pugliese dovrebbe crescere dai 120 mln stimati per il 2007 a 465 mln. La Gruppo Ciccolella (Gc), interamente controllata dalla famiglia, detiene oggi il il 97,732% del capitale di Ciccolella. Gc «intende ripristinare quanto prima il flottante, nei termini di legge».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione